West Zone-Persian Gulf Pro League: il Persepolis torna sul tetto d’Iran dopo nove anni

Mancano tre giornate alla conclusione della Persian Gulf Pro League, ma il Persepolis al 27mo turno si è laureato campione d’Iran per la decima volta nella sua storia, titolo che mancava da 9 stagioni.

Decisiva la vittoria nell’ultimo turno per 2-0 in casa del Sazi Tabriz, con rete su rigore di Taremi che chiude la partita. L’attaccante iraniano è stato il trascinatore del Persepolis ed è il capocannoniere del campionato con 14 reti.

Decisi anche i piazzamenti per il secondo e terzo posto, che qualificano ai playoff della Champions League 2018, con l’Esteghlal attualmente secondo a 51 punti e il Tractor Sazi terzo a una lunghezza. Troppo lontano lo Zob Ahan, quarto a 39 punti e condannato dalla matematica.

Il Persepolis, fresco vincitore della Persian Gulf Pro League, è il club con più seguito in Iran, fondato nel 1963 è stato incoronato per dieci volte campione e vanta anche un titolo internazionale, ovvero la Coppa delle Coppa d’Asia conquistata nel 1991, alla prima edizione del torneo.

In Champions vi sono ben quattro squadre iraniane, una per girone. Il Persepolis nonostante il titolo di campione è quella che rischia di più dato che si trova terza nel gruppo D a due punti dall’Al Rayan (Qatar). Identico bottino per le altre tre squadre della Persian Gulf Pro League: l’Esteghlal, l’Esteghlal Kuezhestan e lo Zon Ahan si trovano al secondo posto nei rispettivi gironi, a seguito di due vittorie, un pari e una sconfitta.

Lo scorso anno solamente il Tractor Sazi e lo Zob Ahan passarono alla fase successiva per poi essere estromesse agli ottavi di finale. L’ultimo successo iraniano in tale competizione risale al 1991, quando a vincere fu l’Esteghlal ai danni dei cinesi del Liaoning.

Lascia un commento

*