West Zone-I League: l’Aizwal campione d’India per la prima volta nella sua storia, ora tocca alla Super League

Si è conclusa il 30 aprile la decima stagione della I-League, la massima divisione del campionato indiano 2016/2017, che ha visto trionfare l’Aizwal per la prima volta nella sua storia.

Ultima giornata con un altissima tensione, con il subentrato Lalnufela che firma il pari in casa del Lajong (quinto in classifica). Inutile dunque la vittoria del Mohun Bagal che batte per 2-1 il Chennai City terminando così il proprio cammino di 18 giornate ad un punto dall’Aizwal. Chiudono al quarto posto i campioni uscenti del Bengaluru a sette lunghezze di distanza.

La cavalcata dei nuovi campioni d’India è davvero incredibile. Fondati nel 1984 nello stato nord orientale di Mizoram, diviegonoe professionisti solamente nel 2012, per poi ottenere la promozione nella I-League tre anni più tardi e vincerla per la prima volta il 30 aprile del 2017.

Si chiude così il primo campionato indiano del 2017, dato che da settembre partirà la Indian Super League, la competizione che l’anno scorso ha visto partecipare grandi campioni quali Diego Forlan e Malouda e in passato anche Del Piero, mentre Materazzi e Zambrotta sedevano in panchina. Un movimento calcistico dunque ancora diviso in due, che non riesce a crescere dopo l’exploit di qualche anno fa.

Fra le due leghe non sussiste alcun paragone per quanto riguarda il seguito di pubblico, dato che l’appena conclusa I-League ha visto un’affluenza media di 5.000 persone allo stadio, con il match fra East Bengal e Mohun Bagal quello con il più alto numero di spettatori, ovvero 29.000. L’ultima edizione dell’Indian Super League d’altro canto aveva una media di 21.000 spettatori a partita (numeri pressoché identici a quelli della Serie A), con 54.000 persone ad assistere al match fra Kerala Blasters e Dehli Dynamos. Nella ISL infatti non vi sono limiti sul numero degli stranieri come nella I-League e lo spettacolo offerto dai vari club è decisamente più appetibile per il pubblico indiano.

La ISL è comunque una competizione chiusa a se stessa, dato che sono i club che prendono parte all’I-League poi vanno a competere per l’ingresso nella AFC Champions League nella fase preliminare, con il Bengaluru che è stato eliminato nella seconda fase della West Zone quest’anno. Gli stessi campioni uscenti d’India lo scorso anno hanno sfiorato il titolo continentale in AFC Cup (la coppa riservata ai club delle nazionali minori d’Asia), arrendendosi solo agli iraqeni dell’Air Force.

Lascia un commento

*