Verso il Derby di Milano: quanto valgono i brand di Milan e Inter nel mercato cinese

Nella settimana di avvicinamento al Derby di Milano in salsa cinese, ci poniamo di raffrontare le due società, l’AC Milan e l’Inter FC sul mercato cinese. Dopo aver approfondito nella nostra prima analisi le due proprietà, Yonghong Li e la Suning Commerce Group (leggi qui), in questo secondo episodio cerchiamo di scoprire quello che è il valore dei brand delle due compagini sul mercato cinese analizzando tre aspetti: social media, partnership commerciali e progetti formativi.

Social Media

La principale piattaforma Social Media in Cina è Sina Weibo, l’equivalente del facebook/twitter occidentale ed è attraverso il numero di follower che possiamo constatare l’interesse del pubblico cinese per un club. Ad ottobre 2017, Milan e Inter sono più o meno pari, con i rossoneri che vincono 586mila a 544mila. Le due milanesi sono i club italiani più popolari in Cina, con la Juventus che segue a 143mila follower, ma con il resto dell’Europa qual’è il paragone?

Follower Sina Weibo

 

A fine 2016 secondo il report della Mailman Group, il Milan era al diciottesimo posto, mentre l’Inter quindicesimo. Il numero dei follower di Milan e Inter è risibile rispetto a quello delle big del calcio europeo,che vantano una popolarità molto ben consolidata nel contesto cinese. Sempre secondo il report della Mailman Group, i club complessivamente più celebri in Cina sono Manchester United, Bayern monaco, Arsenal e Liverpool.

Le due squadre di Milano sono presenti anche nella piattaforma WeChat, la seconda per importanza nel mercato cinese, mentre il solo Milan è presente su Youku, l’equivalente di youtube, ma con solo 2200 iscritti e un’attività del tutto esigua: l’ultimo video pubblicato risale al 13 settembre, mentre quello precedente risale addirittura al 21 aprile.

 

 

Partnership Commerciali 

Risultati immagini per ac milan huawei

Il Milan ha stretto una partnership commerciale con Huawei nel 2013, il principale produttore di cellulari in Cina (il terzo al mondo). Nel 2015 i clienti che hanno acquistato il nuovo modello G7 sullo store e commerce del Milan hanno ricevuto in regalo la maglia da gara e la possibilità di trascorrere una giornata a Milanello. Con Yonghong Li il nuovo sponsor cinese è quello della Alpen Water, società produttrice di acqua minerale.

I rossoneri si stanno strutturando per rilanciare il proprio brand, con la creazione di Milan China. Proprio nella giornata di ieri si è tenuto a Shanghai l’evento AC Milan China Resources Sharing Seminar per presentare i propri piani futuri di espansione commerciale in Cina. La brutta notizia invece deriva da Adidas, che ha annunciato che lascerà il Milan a fine stagione anticipando la risoluzione del contratto da diversi anni. Non una grande prospettiva dal punto di vista del merchandising dato che Adidas è il brand sportivo più influente in Cina.

Risultati immagini per inter swm

L’Inter invece vanta quattro partner cinesi, a partire dal main sponsor Pirelli, che per il 65% è stata rilevata dalla ChemChina. Per quanto riguarda le divise di allenamento, per ora il main sponsor è Suning, la società di Nanchino, proprietaria delle quote di maggioranza dell’Inter, ha versato quindici milioni di euro per cambiare il nome del centro di allenamento in Suning Training Center. Nel 2015 l’Inter, sotto la gestione Thohir ha siglato un accordo con la Jiuxian, una compagnia che vende alcolici online che rientra come Regional Partner per i tour estivi in Cina. Il primo sponsor cinese sotto la gestione Suning invece è la SWM Motors, la cerimonia si è tenuta lo scorso marzo a Chongqing e ha visto il modello X7 di SWM Motors diventare Official Car di F.C. Internazionale per l’area Greater China.

Una delle missioni di Suning, quando ha acquistato il pacchetto di maggioranza dell’Inter, riguardava l’espansione del brand nerazzurro, in particolar modo in Asia, bacino d’utenza sconfinato per accordi commerciali e visibilità del marchio Inter. Il colosso cinese sta mettendo in pratica la sua mission e il logo nerazzurro compare ormai su una infinità di prodotti, dagli elettrodomestici fino alle bottiglie di vino, dalle auto fino agli smartphone. Un’espansione che sta frutterà sempre maggiori profitti nelle casse del club nerazzurro.

 

Partnership Scuole Calcio/Club

Risultati immagini per inter academy china

Dato che la proprietà è la stessa, l’Inter e lo Jiangsu Suning lavorano a stretto contatto, per la promozione del marchio nerazzurro in Cina e per il miglioramento del settore giovanile della squadra di Nanchino. In Cina l’Inter ha posto il proprio marchio su tre academy e collabora con la Bayi School. Le academy sono le seguenti:

-Inter Academy Yitao Shanghai: partnership con Yitao Shanghai Football Club,network di 27 scuole calcio e 1000 atleti coinvolti, costanti attività di intership per allenatori e giocatori cinesi in Italia
-Inter Academy Jiangsu: 13 soccer school e 1300 ragazzi coinvolti, addestramento di 18 tecnici locali. Investitore Mr. Pan, intership da Nanchino a Milano per gli allenatori cinesi
-Inter Academy Yihai Beijing: 30 scuole e 5.000 ragazzi nella stagione 2016/2017
collaborazione con Yihai Group: education, real estate, fitness&spa

Lo scorso anno i nerazzurri hanno stretto una collaborazione anche con la Beijing Bayi School, la scuola del partito, nella quale si è formato anche il presidente Xi Jinping.

Risultati immagini per milan china

 

Il Milan d’altro canto nel 2012 aveva annunciato una partnership con il Guangzhou Evergrande, che non si è mai realizzata dato che tutt’ora il club di Canton lavora a stretto contatto con il Real Madrid. Negli ultimi anni il Milan ha organizzato solamente sporadiche attività di football camp senza alcuna soluzione di continuità. Con la nuova proprietà cinese, il Milan ha stretto una partnership con la 

CNGEF, il che porterà il club a collaborare con le scuole calcio di Pechino, Guangdong, Jilin e Shanxi.

Conclusioni

Quelli di inter e Milan sono dei marchi certamente noti e famosi in Cina, ma non reggono assolutamente il confronto con i big club del calcio europeo, fatto che si evince già dal primo punto, con il seguito sui social network. Per quanto riguarda le partnership commerciali l’Inter è decisamente in uno stato più avanzato rispetto ai cugini rossoneri che si devono ancora strutturare adeguatamente per potersi rilanciare sul mercato cinese. Anche nell’ambito della formazione e dell’istituzione di academy i nerazzurri sono molto più avanti rispetto al Milan, che al momento, non ha praticamente nulla. In conclusione, con un plausibile ritorno dell’Inter ad alti livelli grazie a Suning, il marchio nerazzurro potrebbe prendere il volo in Cina nel giro di pochissimo tempo, mentre per il Milan il sospetto è che ci vorrà ancora del tempo e che il futuro rossonero in Cina è troppo legato ancora a trame societarie alquanto aleatorie.

Precedente Qual. Asian Cup (4° turno): India, Oman e Palestina staccano il pass per UAE 2019 Successivo Furio Zara racconta l'arrivo in Italia di Ma Mingyu e la squadra Risiko di Gaucci