Vendite e acquisizioni in Spagna: la Dalian Wanda cede le quote dell’Atletico Madrid, Mediapro passa alla Orient Hontai

Questi ultimi giorni ci siamo focalizzati sulle ultime manovre di calciomercato e le partite della prima giornata della AFC Champions League, ma in realtà sono state estremamente importanti per quanto concerne le questioni finanziarie, con la cessione dell’Atletico Madrid da parte della Dalian Wanda, l’acquisizione di MediaPro, rilevata dalla Orient Hontai e infine Alex Zheng (lo stesso proprietario dell’OGC Nice) che diviene nuovo socio di minoranza del Phoenix Rising FC.

Quando sono stati annunciati questi ‘colpi di mercato’ alcuni di voi mi hanno chiesto come è possibile che  i gruppi cinesi continuano ad acquistare club di calcio o comunque importanti asset sportivi. Come avevamo evidenziato in questo articolo (leggi qui) gli investimenti cinesi all’estero nel settore dello sport (inteso come acquisizione di club) e più generalmente nell’entertainment, sono soggetti a restrizioni, ovvero maggiori controlli, il che significa che non sono proibiti.

Continua la smobilitazione della Dalian Wanda

Come vi avevamo riportato nei mesi scorsi, la Dalian Wanda, il gruppo di Wang Jianlin che fino allo scorso anno era l’uomo più ricco di Cina, è finito nella lente d’ingrandimento della China Banking Regulatory Commission assieme ad altri colossi quali Angbang, HNA e la Fosun (quest’ultima proprietaria del Wolverhampton) al fine di fornire maggiori informazioni sui prestiti contratti da gruppi e società attive negli investimenti esteri per verificare la regolarità delle varie transazioni. La Dalian Wanda è stata costretta a vendere assets per 9.4 miliardi di dollari fra cui 77 hotels e il 91% delle quote di 13 parchi tematici ai competitor cinesi.

Fino a pochi mesi fa la Dalian Wanda sembrava essere l’araldo della Cina alla conquista del calcio globale, ma proprio nella giornata di ieri è arrivato l’annuncio che il gruppo di Wang Jianlin cederà tutte le sue quote nell’Atletico Madrid (17%) alla Quantum Pacific Group, colosso israeliano nel settore energetico. La Dalian Wanda continuerà comunque ad essere legata ai colchoneros dato che attualmente è il name sponsor del nuovo stadio, il Wanda Metropolitano.

La Dalian Wanda continua ad essere comunque attiva nel settore calcistico, dato che è proprietaria di Infront, la società che controlla i diritti TV delle principali campionati e competizioni internazionali, è uno dei tanti sponsor cinesi della Fifa, oltre a possedere la famosa competizione Ironman Triathlon (acquistata nel 2015 per 650 milioni di euro). Che la cessione dell’Atletico Madrid sia solo il primo passo per la smobilitazione degli asset sportivi all’estero della Dalian Wanda?

Dobbiamo sottolineare anche il fatto che gli affari in Spagna della Dalian Wanda nel campo del real estate non sono andati a buon fine. Nel 2014 il gruppo cinese ha acquistato lo storico edificio Espana Building al centro di Madrid per oltre 250 milioni di euro con l’intenzione di ristrutturare l’intera area e costruire un centro commerciale. Il progetto però non ha mai trovato l’approvazione delle autorità spagnole e dopo tre anni la Dalian Wanda ha venduto l’edificio con una minusvalenza di 75 milioni. Anche il progetto Eurovegas nel quale la società di Wang Jianlin doveva essere coinvolta, non ha mai visto la luce. Esauriti i grossi progetti nel mattone spagnolo per la Dalian Wanda si è anche esaurito l’interesse calcistico?

Gli spagnoli di Media Pro diventano cinesi

MediaPro, la società che ha recentemente acquistato i diritti Tv della Serie A ha ceduto il 54% delle proprie quote alla Orient Hontai Capital per circa 900 milioni di euro. La Orient Hontai Capital è stata fondata nel 2014 a Pechino. Come si legge nell’articolo di ieri di Calcio&Finanza: “Poco conosciuto in Europa, Orient Hontai Capital, fondato nel 2014 per acquisire imprese di videogiochi nel paese asiatico, ha la sua vera forza nella società matrice Orient Security, compagnia finanziaria che muove attivi per 26 miliardi di euro, è quotata in Cina ed ha una capitalizzazione di oltre 10 miliardi.”

Oltre alla già citata Infront e a MediaPro, un altro importante gruppo nella gestione dei diritti TV è in mano ad un gruppo cinese, si tratta di MP Silva, che nel 2016 è stata acquistata per il 65% dalla joint venture creata dalla pechinese Baofeng e da Everbright Capital (leggi qui).

 

 

 

Precedente ACL, East Zone (1a giornata): Cannavaro non va oltre il pari in casa col Buriram, lo Shenhua strappa un pareggio sul campo del Kashima Successivo Alex Zheng (Plateno Hotels Group), dall'OGC Nice a nuovo azionista di minoranza dei Phoenix Rising FC

Un commento su “Vendite e acquisizioni in Spagna: la Dalian Wanda cede le quote dell’Atletico Madrid, Mediapro passa alla Orient Hontai

  1. LORENZO GUARNIERI il said:

    Credo che tutto quindi vada solo inquadrato da un lato in una riduzione degli investimenti in Spagna, dove in altri settori le cose non sono andate come previsto ; dall’altra l’esigenza dello stato cinese di mantenere fede alla parola di Deng ‘un paese, due sistemi’ e quindi evitare che grandi trust assumano eccessivo potere, sia in patria che all’estero. Comunque fino al 2030 Dalian Wanda é partner FIFA, e credo che restera un attore strategico sia nel soft power calcistico cinese, sia nell’appoggio della politica della FIFA di coinvolgere nuovi paesi e nuovi mercati nel business

I commenti sono chiusi.