Un West Bromwich Albion ufficialmente cinese: Guochuan Lai il nuovo proprietario

Ora è ufficiale, dopo settimane di trattative la Cina sbarca nella Premier League: Il West Bromwich Albion cambia proprietà e passa nellemani della Yunyi Guokai Shanghai Sports Development Limited del quarantaduenne Guochuan Lai.

La Yunki è stata fondata nel 2014 e si occupa di investimenti nello sport e nel business delle tecnologie. In soli due anni la società di Guochuan ha investito in più di 20 compagnie.

“Per me è un onore essere il nuovo proprietario del club– ha dichiarato Lai in una lettera rivolta ai tifosi –E’ una grande opportunità e la mia priorità è quella di mantenere la struttura societaria stabile, nel rispetto della sua tradizione. Non sono intenzionato a cambiare il suo essere”

Guochuan ha inoltre dichiarato di essere fan del West Bromwich Albion dal 1978, anno in cui il club inglese intraprese un tour in Cina. Il nuovo proprietario ha mantenuto un profilo basso, senza promesse illusorie di grandi successi e trionfi nel futuro, con l’obiettivo reale di ottenere una lunga permanenza in Premier League.

I rapporti fra Cina e Inghilterra si fanno sempre più fatti. Il WBA è il primo club della massima divisione inglese ad essere di proprietà di un gruppo cinese, a cui va aggiunto il 13% del City Football Group. La spesa grossa in questi ultimi mesi è stata effettuata in Championship, con Wolverhampton e Aston Villa ceduti rispettivatamente alla Fosun International e alla Recoon Group, con Leeds United e Birmingham City che potrebbero seguire nel breve periodo.

 

Precedente Calcio e Olimpiadi: Pechino 2008, la Cina si consacra a superpotenza sportiva... calcio a parte Successivo La nuova cordata di Yonghong Li: Milan venduto ai cinesi