I tifosi possono sognare: Ramires, Teixeira, Joao Alves e anche una top-model cinese all’Inter…

Si sta perdendo il controllo della situazione, del giornalismo in generale. Questi giorni se ne sono letti e sentiti tanti di sfondoni riguardo le trattative fra le due squadre cinesi e le milanesi. Stereotipi di giornalisti che di Cina ne capiscono ben poco, a partire dal Quotidiano Sportivo del Resto del Carlino che l’ha fatta tremendamente fuori dal vaso.

qnCome se non bastasse lo scempio si questa ignoranza, ora su tutti i media nazionali rimbalza la notizia che vorrebbe sia Teixeira che Ramires, passare dallo Jiangsu Suning all’Inter.

Faccio una breve premessa per far capire al lettore quanto sia malato o poco informato chi scrive queste cose: il Suning Commerce Group che sta trattando per l’acquisizione delle quote dell’Inter è lo stesso proprietario della squadra di Nanchino, lo Jiangsu Suning, che nell’ultima sessione di mercato ha speso oltre 90 milioni di euro, di cui 28 per Ramires e 50 per Teixeira.

Ora, se vi fossero delle vere fondamenta in questa trattativa non avrei nulla da ridire (poi chissà, forse si concretizzerà), ma per ora siamo sul campo delle supposizioni, del tipo “Ah ma loro hanno quei due giocatori, magari ce le possono girare”. Il fantacalcio diventa rumor che a sua volta si tramuta in desiderio. Al momento non vi è assolutamente nessuna base per instaurare questi passaggi.

 

Inoltre, i colleghi italiani, dovrebbero tenere bene a mente che i cinesi puntano prima di tutto sullo sviluppo interno del proprio calcio. Nel mese di aprile il Suning ha diramato un comunicato ufficiale che diceva chiaramente: “Avvieremo con l’Inter accordi bilaterali per la crescita del calcio cinese”, quindi?! Sulla base di questo è più facile che un giocatore nerazzurro si rechi a Nanchino, o che alla corte di Mancini approdino giocatori cinesi meritevoli, e lo Jiangsu ha tre elementi veramente forti, ma anche io mi sto perdendo nel marasma delle supposizioni.
La certezza dello sviluppo interno invece la si ricava dal fatto che il Suning è in trattativa per rilevare lo Stellar Group, (leggi qui) l’agenzia che cura gli interessi di Bale e Calleri, in modo da arricchire ulteriormente la Chinese Super League di partner che porteranno giocatori sempre più competitivi e giovani verso oriente.

Quand’è possibile invece che un giocatore straniero passi dallo Jiangsu all’Inter? In Cina il tesseramento degli stranieri è limitato, si basa sul 4+1, ovvero quattro stranieri e uno asiatico. Nel caso lo Jiangsu piazzi un colpo quest’estate, uno dei brasiliano dovrebbe necessariamente lasciare. La squadra di Petrescu ha bisogno di una prima punta prolifica, che in questo momento non possiede, per cui in caso di rimpiazzo, non saranno Ramires e Teixeira a partire, bensì uno fra Joao Alves o Sammir, giocatori che obiettivamente non sono assolutamente da Inter.

Precedente il Suning sta per rilevare lo Stellar Group: La Cina come nuovo terreno di confronto per i superagenti Successivo Cina-Trinidad&Tobago 4-2: un grande esordio per il giovane Yuning Zhang