Le nazionali asiatiche alla Confederations Cup (seconda parte): Patrick Vieira spezza i sogni del Giappone

Nel 2001 la Confederations Cup tornò in Asia in vista dei primi mondiali orientali in Corea del Sud e Giappone. Quella fu la prima edizione che si tenne nella stessa nazione(i) che avrebbe poi ospitato la Coppa del Mondo l’anno successivo.

Fu la seconda e ultima volta che una squadra della AFC salì sul podio, ovvero il Giappone, che giunse fino in finale per poi arrendersi per 1-0 contro i campioni del mondo in carica della Francia. In quell’anno anche l’Australia, che rappresentava ancora la confederazione asiatica, riuscì a conquistare il bronzo.

Nel gruppo A la Sud Corea di Guss Hiddink fu beffata solamente dalla differenza reti, in quanto concluse il girone con sei punti, ma al terzo posto alle spalle di Francia e Australia. Il cammino per i padroni di casa partì con una sonora sconfitta per 5-0 contro la Francia di fronte a 60.000 spettatori. Il contraccolpo psicologico rischiava di essere fortissimo, ma alla seconda uscita giunse la vittoria per 2-1 contro il Messico con rete decisiva di Yoo Sang Chul giunta nei minuti di recupero. Si decideva tutto nell’ultimo turno, ma la Sud Corea riuscì a prevalere sull’Australia solo per 1-0, mentre i francesi passeggiavano sul Messico per 4-0.

Nel Gruppo B il Giappone di Troussier e di Nakata diede spettacolo conquistando il primo posto nel girone travolgendo il Canada per 3-0 e successivamente il Cameroon per 2-0. La terza partita metteva di fronte i nipponici al Brasile e in quell’occasione i padroni di casa riuscirono a strappare un pari che gli permise di potersi giocare una semifinale più agevole.

Il romanista Nakata fu decisivo nella conquista della finale segnando l’unico gol con il quale il Giappone ebbe la meglio sull’Australia. L’altra semifinale fu la replica della finale di Francia 98, con gli europei che anche questa volta ebbero la maglio sul Brasile per 2-1 con reti di Pires e Desailly, inframezzate dal pari di Ramon.

All’International Stadium di Yokhoama, lo stesso che avrebbe ospitato la finale di Coppa del Mondo fra Germania e Brasile l’anno successivo, andò in onda il match decisivo di quella Confederations Cup con oltre 60.000 spettatori a tifare Giappone, ma gli uomini di Troussier si dovettero arrendere alla Francia che prevalse per 1-0 con rete di Vieira.

Quello fu l’ultimo anno nel quale le compagini asiatiche riuscirono a passare la fase a gironi, fatto che non si è mai più ripetuto nelle successive quattro manifestazioni.

Prima parte: Le origini del torneo in Arabia Saudita

Lascia un commento

*