La diplomazia del calcio e le relazioni sino-inglesi nel post Brexit

La notizia è della scorsa settimana, il Southampton sarà il sesto club inglese in mano ai cinesi. Quote dei Saints sono vicine ad essere acquisite dalla China’s Lander Sports, società statale che ha nel proprio core business la costruzione di infrastrutture sportive, in particolar modo stadi. E’ l’ennesimo passo della diplomazia del calcio, atta a rafforzare i rapporti economici fra Cina e Inghilterra nel post Brexit.

LA VISITA DI XI JINPING

Risultati immagini per james cameron xi jinping aguero

Nel 2015 fece molto discutere la visita del presidente Xi Jinping al centro sportivo del Manchester City in occasione del suo viaggio in Inghilterra. Il leader cinese incontrò James Cameron assieme all’ex calciatore dei citizen Sun Jihai, che poco dopo sarebbe stato inserito nella Hall of Fame della Premier League. L’immagine stampata nell’immaginario collettivo è il selfie con Aguero, che ha siglato la profonda amicizia fra i due leader politici e dato il via a una cooperazione bilaterale dal calcio che va a saldare i rapporti fra i due paesi.

Il braccio destro di Xi Jinping nel processo di espansione in Europa è Wang Jianlin, uomo più ricco di Cina, presidente della Dalian Wanda e proprietario dell’Atletico Madird (20%), ma soprattutto di Infront. Il 18 settembre Wang ha preseduto al primo China-Uk Football Development Forum, un evento istituito allo scopo di rafforzare il legame calcistico già esistente fra Cina e Inghilterra, all’epoca già esistente e saldo. Alla prima edizione dalla parte cinese hanno partecipato Cai Zhenhua (presidente CFA), Xu Jiayin (presidente Guangzhou Evergrande), Wang Jianlin (presidente Dalian Wanda), mentre per gli inglesi Martin Glen (chief executive della FA) e il presidente federale Richard Scudamore.

Risultati immagini per China-Uk Football Development Forum

Per l’occasione è stato istituito un nuovo piano chiamato “China-UK youth football future star” per la promozione del calcio cinese e l’attività bilaterale, con alcuni club inglesi che accoglieranno giocatori e allenatori cinesi. Il programma vuole ricalcare la stessa procedura che la Dalian Wanda ha già effettuato con successo in Spagna con Valencia, Villareal e Atletico Madrid. Lo stesso cancelliere inglese, George Osborne, ha donato £3M alla Premier League per istruire 5.000 allenatori e una generazione di nuovi atleti, anche grazie al programma Premier Skill, partito nel 2013.

LE SQUADRE

Risultati immagini per tony xia aston villa

Pochi mesi dopo la visita di Xi Jinping a Manchester, la China Media Capital, il conglomerato del quale fanno parte la già citata Dalian Wanda, la Fosun (della quale parleremo) e la Citic Group (proprietaria del Beijing Guoan), per 400 milioni di euro ha acquistato il 13% del City Football Group, il fondo emiro che detiene le proprietà delle squadre targate “City”, di Manchester, New York, Melbourne e Yokhoama.

Come riportato in un articolo del South China Morning Post del prof. Simon Chadwick, l’operazione ha lo scopo di intensificare i rapporti fra Cina e Emirati Arabi Uniti nel progetto infrastrutturale della One Belt One Road per il settore energetico e delle materie prime. Fra i due paesi successivamente è stato siglato anche un accordo federale, e alla fine del 2016, si parlava del City Football Group interessato a rilevare una squadra della Chinese Super League, anche se poi non se ne è fatto nulla, almeno per ora.

Tornando in Inghilterra, il Southampton è solo l’ultimo tassello di una serie di squadre di proprietà cinese che comprendono West Bromwich Albion (Yuniy Guokai Shanghai Sport), Hull City (Renhe Commercial Group, proprietari di un club di Pechino della China League One), l’Aston Villa (Recoon Group), Birmingham City (Trillion Trophy Asia al 60%) e infine il Wolverhampton, del grande conglomerato di Guo Guangchang, la Fosun, la quale detiene anche il 20% della Gestifute di Jorge Mendes.

I PROGETTI INFRASTRUTTURALI

Risultati immagini per H2s rail

Ogni volta cheapre bocca, Jack Ma è illuminante. Al World Economic Forum di Davon il fondatore di Alibaba ha parlato di una nuova leadership mondiale, intesa come una leadership collettiva, e non come il dominio della Cina sull’America o viceversa, in accordo anche con le parole del presidente Xi Jinping. Mentre la Cina si sta aprendo sempre di più al mondo, l’Europa e l’America stanno andando incontro a fenomeni di protezionismo e isolazionismo, e anche la stessa Brexit ha preoccupato notevolmente il Partito Comunista Cinese e il grande disegno di una crescita collettiva ed armonica.

Proprio per questo è fondamentale la diplomazia del calcio, per poter tener ben saldi i rapporti fra Cina e Inghilterra, e non è assolutamente un caso il fatto che l’acquisizione dell’Aston Villa è avvenuta un mese prima del referendum, mentre quelle di Birmingham, Wba, Hull City e Southampton sono avvenute poco dopo.

La Cina ha forti interessi nei progetti infrasrutturali in Inghilterra, in particolar modo nelle West Midlands. Lai Yuniy, proprietario del WBA, è coinvolto nella pianificazione delle Eco Towns in Cina. La pianificazione delle nuove città ha nello sport uno snodo cruciale nell’ex celeste impero. Questo significa che sorgeranno sempre più infrastrutture per bambini e adulti. Per Lai, il West Bromwich Albion è un mezzo fondamentale per espandere il proprio business sul territorio inglese, ma non per questo si deve intendere che il club sarà trascurato, in quanto il Wba sta disputando un’ottima stagione in Premier League e sta investendo risorse per espandere il proprio brand verso la Cina in modo accurato, così da poter rafforzare la fan base nel mercato più grande del mondo, grazie anche al supporto delle academy che andranno ad accogliere selezioni di calciatori cinesi.

Risultati immagini per H2s rail

L’approccio cinese, che si sta concentrando prevalentemente nelle West Midlands, è totalmente diverso da quello russo di Abramovich o degli emiri al City. I proprietari cinesi non si prodigano in spese folli nel calciomercato e la loro espansione è guidata da direttive dall’alto al fine di raggiungere scopi politici, e non è un caso che gli investimenti delle squadre di calcio convergono nelle West Midlands, dove aziende cinesi hanno già partecipato e investito nella ristrutturazione del centro di Sheffield.

Il grande progetto infrastrutturale a cui sta puntando la Cina è l’HS2, l’High Speed 2, la rete ferroviaria adalta velocità che andrà a collegare Londra a Birmingham, Sheffield e Manchester. Un progetto nel quale potrà avere un ruolo fondamentale il conglomerato Fosun di Guo Guangchang. E’ l’H2S Diplomacy, o la Post Brexit Diplomacy

I PROGETI CALCISTICI

Risultati immagini per chelsea guangzhou rf

Le interazioni fra calcio inglese e cinese non riguardano solo i club che sono stati acquistati, dato che sono attivi molteplici progetti di cooperazione sui due fronti.

Sono notevoli gli investimenti nelle scuole calcio da parte del Liverpool, che si è insediato nelle province più di frontiera del sud ovest della Cina, così come il Tottenham, che con il progetto AIA (main sponsor degli Spurs), ha avviato lo sviluppo del calcio nelle aree più rurali. L’interazione maggiormente significativa è quella del Chelsea che è affiliato al Guangzhou R&F nella academy dei Blue Lions, in un’affiliazione sullo stesso modello di quella tanto chiacchierata fra Evergrande e Real Madrid, anche se in misura più piccola e meno megalomane.

I commenti sono chiusi.