La Champions Asiatica del Futsal: l’edizione 2017 ai thailandesi del Chonburi Bluewave, non pervenuto lo Shenzhen Nanling

In Vietnam, nella città di Ho Chin Mi, si è tenuta dal 20 al 30 luglio l’ottava edizione della AFC Futsal Club Championship, la quale ha visto trionfare la squadra thailandese del Chonburi Bluewave per la seconda volta nella sua storia.

Il 30 luglio il Chonburi Bluewave ha sollevato al cielo il trofeo dopo aver battuto per 3-2 in finale gli iraniani del Giti Pasand Isfahan di fronte a 1500 persone, grazie alla tripletta realizzata da Suphawut.

Il torneo prevedeva la partecipazione di quattordici squadra suddivise in quattro gironi, con successiva fase eliminatoria a partire dai quarti di finale. Il Chonburi Bluewave ha passato agilmente il proprio girone da tre, massacrando per 9-0 la Bank of Beirut (Libano) e 5-0 gli uzbeki dell’Almalik. Anche i quarti di finale sono stati abbastanza sciolti, con il trionfo per 4-2 sui giapponesi dello Shriker Osaka, con i thailandesi che alla mezzora erano avanti di tre reti. Semifinale agevole contro i padroni di casa vietnamiti del Thai So’n Nam, liquidati con un sontuoso 6-0, prima della tesissima sfida finale contro gli iraniani, ricca di botta e risposta.

Non pervenuta la compagine cinese, con gli Shenzhen Nanling che hanno perso 5-1 contro la compagine giapponese per ben 7-0 contro quella iraniana. Il Futsal cinese stenta ancora a decollare e i migliori risultati sono stati raggiunti dallo Shenzhen, con due quarti posti conquistati nelle edizioni 2013 (in Giappone a Nagoya) e del 2014 (in Cina a Chengdu).

Fino ad ora solo tre nazioni hanno portato i loro club a vincere la AFC Futsal Club Championship, con Iran e Giappone a quota tre e la Thailandia a due. Il club più titolato è il Nagoya Oceans con tre vittorie in bacheca, seguito dai campioni in carica del Chonburi Bluewave.

Anche nel Futsal, così come nel calcio a 11, il gap che separa le nazioni asiatiche da quelle europee e sud americane è notevole: nell’ultimo mondiale dobbiamo però sottolineare l’exploit dell’Iran, che ha battuto negli ottavi di finale l’invincibile armata brasiliana ai calci di rigore, per poi concludere il proprio cammino al terzo posto dopo aver perso la semifinale 4-3 contro la Russia. Un impresa comunque sia titanica dato che il Brasile fino a quel momento aveva vinto cinque delle sette edizioni mondiali.

 

Lascia un commento

*