Inter: Thohir in Cina per l’intesa definitiva con il Suning Group

E’ notizia di quest’oggi che il presidente dell’Inter Erik Thohir si è diretto in Cina insieme all’ad Michael Bolingbroke e al dg Giovanni Gardini per chiudere la trattativa con il gruppo Suning. (leggi qui)

Thohir incontrerà il presidente del Suning Group, Zhang Jingdong, il quale nelle settimane scorse aveva fatto visita a Milano con la sua delegazione. L’obiettivo è quello di chiudere il passaggio delle quote, con i cinesi che intendono acquistare il 20% per 80 milioni di euro, per una valutazione complessiva della società nerazzurra da 400 milioni, inferiore di ben 159 milioni rispetto al valore stilato nella scorsa settimana da Forbes.

Si è dunque risolto il nodo relativo alle quote societarie di Moratti, dunque il quadro della nuova Inter dovrebbe essere il seguente, Thohir 56%, Moratti 23,5%, Suning 20%, altre minoranze con lo 0,5%.
L’affare potrebbe essere definito a margine della finale di Champions League a San Siro, dove la delegazione cinese è attesa per ufficializzare probabilmente l’acquisto delle quote.

Sarà un Inter con tre padroni, ma sempre più orientale e votata non solo alla ricostruzione di se, ma anche allo sviluppo del calcio del dragone. Come dichiarato dal Suning Group nel mese di aprile, l’intento è quello di entrare nelle quote societarie dell’Inter per avviare accordi bilaterali per lo sviluppo del calcio cinese. Per cui, gli 80 milioni del Suning non saranno utilizzati solamente per una campagna acquisti più cospicua, ma anche per il potenziamento del settore giovanile al fine di ospitare a Milano i migliori prospetti del calcio cinese, pratica fino ad ora comune in tutte quelle squadre europee di proprietà cinese.

Non si tratterebbe di una novità, bensì di un ampliamento del progetto già avviato dall’Inter, che in Cina ha già tre Accademy, (leggi qui) una proprio a Nanchino, sede del Suning Group, mentre le altre si trovano a Pechino e a Shanghai.

 

Precedente 50 anni dopo: una nuova involuzione culturale Successivo Liaoning-Guangzhou Evergrande 0-3: le Tigri del Canton sbranano quelle del nord-est