Guai in vista per lo Slavia Praga: commissariata la China Cefc Energy Company Ltd

Un altro terremoto sta scuotendo il mondo finanziario cinese legato al calcio. Recentemente le autorità governative cinesi hanno usato il pugno di ferro contro le aziende che hanno investito in modo irresponsabile all’estero, fra cui la Dalian Wanda (che ha recentemente venduto l’Atletico Madrid) e la compagnia di assicurazioni Anbang (per approfondimenti clicca qui), il cui presidente è stato arrestato. Un altro grande gruppo cinese legato al calcio è finito nella morsa del governo di Pechino, si tratta della China Cefc Energy Company Ltd, la quale è proprietaria del club Slavia Praga nella massima divisione del campionato ceco.

Secondo le notizie emerse lo scorso sabato sul giornale economico Caixin, sono ancora incerte le sorti del giovane presidente di Cefc, Ye Jianming, il quale potrebbe essere stato arrestato dalle autorità per diretto ordine del presidente cinese Xi Jinping. Frettolosamente, la società energetica Cefc avrebbe smentito la notizia dell’arresto, resta il fatto che di Ye Jiangming non si hanno notizie da giorni.

Secondo la ricostruzione dei media cinesi, Ye Jungming ha costruito legami con altre personalità del Partito per guidare le diverse aziende affiliate alla Cefc, riuscendo a ottenere giganteschi prestiti dalle banche di Stato. Questo ha attratto le attenzioni delle autorità investigative di Pechino che hanno avviato un’indagine per truffa e per aver falsificato accordi commerciali.

La notizia ha una certa rilevanza in quanto la Cefc oltre ad essere proprietaria dello Slavia Praga, in Italia ha recentemente acquistato Farbanca (operazione in attesa del via libera dell’Authority). L’acquisizione mediaticamente più importante effettuata dalla Cefc è quella del 14% delle azioni della Rosneft, la compagnia petrolifera di Stato russa, per 9,1 miliardi di dollari. Riporta inoltre il Sole 24 Ore che: “Il diffondersi della notizia di un giro di vite del governo sulla Cefc ha fatto crollare le azioni della Cefc, che in una sola ora hanno perduto 4 miliardi di yuan alla borsa di Hong Kong.”

Al momento, il gruppo Guosheng, controllato dal governo municipale di Shanghai, ha assunto il controllo della CEFC China Energy. Vediamo se questa vicenda avrà o meno delle ripercussioni sullo Slavia Praga.

La vicenda Qbao

Risultati immagini per qbao real sociedad

Recentemente, anche la società di Nanchino, la Qbao (internet finance platform) è finita nell’occhio del ciclone. Il Ceo Zhang Xiaolei è stato arrestato per truffa e anche quest’episodio haavuto pesanti ripercussioni nel mondo del calcio. Qbao era lo sponsor della Real Sociedad e il club spagnolo, una volta che sono state avviate le indagini, ha deciso di interrompere il rapporto commerciale. Inoltre, la Qbao era proprietaria del club di China League Two, il Chengdu Qianbao FC (decimo classificato nella scorsa stagione) e allenato dallo spagnolo Josè Carlos Granero. Il club cinese non si è iscritto alla prossima stagione di League Two 2018 e probabilmente ripartirà dalle leghe dilettantistiche. (per approfondire clicca qui)

 

 

Precedente CSL 1° turno: Oscar e Wu Lei demoliscono il Dalian, Teixeira trascina il Suning, Lavezzi sbaglia un rigore nel pari dell'Hebei Successivo Rassegna Stampa 5-3-2018: il ritorno di Wanda nel calcio di Dalian, l'inchiesta di Agenti Anonimi sul calcio asiatico