Granada, Jiang Lizhang: “Vorrei un cinese nell’undici titolare”

Anche il Granada dei Pozzo è passato ufficialmente in mano a un gruppo cinese, il Desport di Jiang Lizhang per un investimento da 37 milioni di euro (leggi qui). Come dichiarato a Marca, lo scopo primario è quello di contribuire alla crescita del calcio cinese.

“L’obiettivo per la prossima stagione è ottenere la salvezza senza troppa sofferenza, ma la mia volontà è quella di fare del Granada un club con un futuro migliore, che diventi un punto di riferimento nel calcio spagnolo”.
Il Granada nella stagione passata si è salvato solo all’ultima giornata, concludendo il campionato a 39 punti, dunque il percorso di crescita sarà ancora estremamente lungo per arrivare in Europa in tre anni, come ha annunciato Jiang Lizhang.

Destano maggiore interesse le successive dichiarazioni: “La volontà è quella di potenziare le relazioni tra Cina e Spagna: il Granada un giorno schiererà un giocatore cinese”. Dunque tutto torna, anche il club spagnolo sarà attivo nello sviluppo del calcio in Cina, presumibilmente emulerà il modello dell’Atletico Madrid, il cui 20% delle quote sono in mano alla Dalian Wanda. Le Accademy dei colchoneros, tramite il progetto Future Football Stars accoglieranno il prossimo anno 180 giovani cinesi.

Recentemente anche l’Espanyol, il secondo club di Barcellona, è passato in mano ai cinesi della Rastar Group per il 54%, con il nuovo proprietario, Chan Yansheng, che ha dichiarato di essere pronto a investire 150 milioni di euro per potenziare il club.

 

 

I commenti sono chiusi.