Derby di Cina: il 9-1 in favore del Beijing Guoan di vent’anni fa e il ritorno a Shanghai di Mao Jiangqing

La terza giornata della Chinese Super League 2017 presenta due match carichi di tensione. Oltre allo scontro fra le due principali contendenti al titolo, il Guangzhou Evergrande e lo Shanghai Sipg, spicca la sfida fra il Beijing Guoan e lo Shanghai Shenhua, conosciuto anche come il Derby di Cina.

La sfida fra la compagine di Pechino e quella di Shanghai è fra le più sentite e tese del panorama cinese, nonché uno snodo cruciale per il proseguimento della stagione di entrambe le compagini. Le Imperial Guards esordiranno in casa allo Stadio dei Lavoratori con un solo punto in classifica, conquistato nella seconda giornata a Guizhou, dopo la sconfitta in casa dell’Evergrande.

Quattro punti invece per lo Shenhua: una roboante vittoria per 4-0 nel Delta Yangtze Derby contro lo Jiangsu Suning e un pari (sempre all’Hongkou Stadium) contro il Tianjn Quanjian, in un confronto che ha causato la squalifica stagionale (o quasi) di Qin Sheng e di Sun Shilin, quest’ultimo per due giornate dopo aver mostrato il pollice a Pato dopo l’errore del brasiliano dal dischetto.

Fra i tanti episodi che hanno caratterizzato la rivalità fra lo Shanghai Shenhua e il Beijing Guoan, spicca il 9-1 con cui nel 1997 le Imperial Guards di Pechino hanno demolito i Blue Devils.

Il Beijing Guoan era reduce da una pesantissima sconfitta in campionato per 5-1 sul campo del Dalian Shide (che sarebbe poi stato incoronato campione di Cina) e subito si apprestava ad affrontare una sfida vitale, che rimarrà per sempre negli annali del calcio cinese e nella rivalità fra Pechino e Shanghai.

Protagonisti con tre gol a testa furono Andres Olivas Rubio e Jorge Luis Campos. Il primo era un attaccante classe 1967 che aveva militato nelle leghe inferiori spagnole, fra Levante, Ourense, Mannleu e Gimnastic, prima di approdare a Pechino nel luglio del 1996. Campos invece era un centrocampista proveniente dal Paraguay che aveva esordito nell’Olimpia (1992-1997) per poi approdare in Cina. Oggi allena nella Tercera Division paraguaiana il club Deportivo Rocoleta.

Jorge Luis Campos

Il terzo straniero ad andare a segno con una doppietta su Casiano Delvalle, proveniente sempre dal Paraguay, anche lui come Jorge Luis Campos militò nell’Olimpia prima di approdare al Beijing Guoan. In Cina Casiano Delvalle ha vestito anche le maglie di Shandong Luneng (nel 2000 e nel 2001) e successivamente del Guangzhou nel 2007, quando ancora la squadra del Guangdong non era il colosso che oggi conosciamo.

L’unica rete cinese del Guoan qual giorno portò la firma di Cao Xiandong, alla sua ultima stagione pechinese dopo sette anni di militanza. Il centrocampista avrebbe poi proseguito la carriera a Qingdao e poi nuovamente a Pechino con il Beijing Kuanlai nelle serie inferiori.

A vent’anni di distanza è impossibile il ripetersi di un risultato del genere, ma gli occhi della Cina saranno puntati domenica esclusivamente allo Stadio dei Lavoratori e sulle tante stelle straniere presenti in campo: Burak Yilmaz, Jonathan Soriano, Renato Augusto (Beijing Guoan), Tevez, Guarin e Giò Moreno (Shenhua). Nonostante tutto l’uomo più atteso sarà Mao Jiangqing, ala offensiva dello Shanghai Shenhua.

Mao è tornato quest’anno a vestire la maglia dei Blue Devils dopo l’esordio nel 2004 e ben cinque stagioni. Dopo aver lasciato lo Shenhua un lungo peregrinare per la Cina, che lo ha portato a vestire anche la maglia del Beijing Guoan nel 2012. Quell’approdo fu storico in quanto Mao Jiangqing è stato il primo giocatore originario di Shanghai a vestire la maglia delle Imperial Guards.

Mao Jiangsing è partito dalla panchina nella prima partita, nel Delta Yangtze Derby contro lo Jiangsu Suning segnando il terzo gol, quello che ha chiuso la partita. Domenica con le assenze di Qin Sheng e Sun Shilin potrebbe partire subito dal primo minuto data la sua grande duttilità e la possibilità di impiego anche nel ruolo di mezzala sinistra e può rivelarsi fondamentale per le sorti di una partita decisiva per le sorti delle due compagini.

Precedente Lahm-Xinhua: accordo raggiunto Successivo CSL, 3° turno: R&F e Shandong al comando, l'Evergrande batte il Sipg nel big match, Yilmaz decide il derby di Cina