Dalian Wanda, non solo calcio: Kong infrange il record di incassi nella prima settimana in America

Cinema e calcio sono le due grandi priorità della nuova via cinese e in tal senso la Dalian Wanda di Wang Jianlin si è fatta promotrice di questo grande cambiamento nella cultura della Cina, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti visto il grande successo del film Kong: The Skull Island, che ha infranto il record di incassi in America nella prima settimana

Il nome della Dalian Wanda a livello calcistico è associabile alla stessa federazione cinese, dato che il colosso di Wang Jianlin (uomo più ricco della Repubblica Popolare) è stato il main sponsor della Chinese Super League, nonché l’elemento più importante per la ripresa del movimento calcistico dopo lo scandalo combine che aveva affossato il campionato a inizio decennio.

Il gruppo Wanda è stato successivamente pioniere nell’espansione calcistica verso occidente, quando nel gennaio del 2015 è diventata proprietaria del 20% delle quote dell’Atletico Madrid e socio di maggioranza di Infront. L’accordo più recente riguarda il fatto che la Dalian Wanda è divenuta main sponsor della Fifa fino al 2030, anno entro il quale la Cina vuole ospitare la propria edizione del mondiale. In tal senso si esplica il potere politico, il Soft Power nel mercato delle sponsorizzazioni.

Contemporaneamente agli investimenti nel mondo del calcio, la Dalian Wanda è entrata nell’industria cinematografica con l’acquisizione dell’americana Legendary Pictures per 3.5 miliardi di dollari, e l’apertura dei Wanda Studios, i più grandi al mondo, situati in Cina, nella costa orientale di Qingdao nella provincia dello Shandong.

Fra i recenti titoli targati Wanda, ha riscosso molto successo “The Great Wall” con Matt Demon, nonostante le iniziali polemiche riguardanti la politica del whitewashing, che sono però state spazzate vie in seguito al grande successo riscosso in Cina.

L’ultimo titolo appasso sul grande schermo è quello di Kong: The Skull Island, girato fra Hawai e Vietnam e prodotto dalla Legendary Pictures (quindi il Gruppo Wanda) e dalla Tencent Pictures, ovvero la società di Shenzhen leader nel mercato informatico cinese, nonché gestore delle piattaforme social più utilizzate nella Repubblica Popolare: WeChat e QQ.

Il film Kong, uscito nelle sale cinematografiche americane il 10 marzo ha infranto il record di incassi nella prima settimana con 61 milioni di dollari, e guadagni globali da oltre 250 milioni, contro i 180 di budget. Possiamo pur discutere sulla qualità cinematografica dei titoli della Legendary pictures, dato che dopotutto si tratta di blockbuster, un genere che si ama o si odia, ma è sicuramente esente da dubbi il grande successo che sta ottenendo Wang Jianlin in campo cinematografico e di come la Cina in futuro cambierà inevitabilmente tale settore.

Precedente League One, 2° turno: Bojinov affossa Ferrara, lo Shenzhen a punteggio pieno insieme a Dalian Y. e Zhejiang Successivo L’esonero precoce di Ciro Ferrara e l’improbabile candidatura di Zenga