Chinese Super League 2018, la presentazione delle 16 squadre: continuerà la dinastia del Guangzhou Evergrande?

La presentazione delle 16 squadre della Chinese Super League 2018: il Guangzhou Evergrande riuscirà a sollevare al cielo l’ottavo titolo consecutivo o la dinastia delle Tigri del Canton verrà interrotta? Il campionato comincia il due marzo e si concluderà l’11 novebre con una lunghissima pausa estiva per il mondiale di ben 55 giorni. (clicca qui per il calendario)

Letture suggerite

Dove vedere in streaming la Chinese Super League 2018 (clicca qui)

Calciomercato CSL, i giudizi finali: Evergrande e Guoan le regine del mercato, inattivo lo Shanghai Sipg (leggi qui)

In fondo all’articolo trovate le tabelle riguardanti la geografia delle squadre, i giocatori stranieri e gli allenatori

 

Le favorite al titolo

La dinastia del Guangzhou Evergrande è la più gloriosa del calcio cinese e anche quest’anno l’avversario più quotato per interrompere il regno è lo Shanghai Sipg di oscar e Hulk. Attenzione anche al Tianjin Quanjian di Witsel e all’Hebei Fortune degli argentini Lavezzi e Mascherano, due squadre che hanno tutte le carte in regola per tentare l’assalto al titolo.

GUANGZHOU EVERGRANDE

Risultati immagini per guangzhou evergrande cannavaro goulart

Chi riuscirà a spodestare il Guangzhou Evergrande dal trono di Cina dopo ben sette titoli consecutivi? I cantonesi hanno infranto qualsiasi record in Chinese Super League e si pongono anche quest’anno come la squadra da battere con il nostro Fabio Cannavaro nel ruolo di allenatore, alla sua seconda esperienza sulla panchina dell’Evergrande che ha già sollevato al cielo la Chinese FA Super Cup battendo per 4-1 lo Shenhua.
L’ossatura straniera è rimasta la stessa da tre anni a questa parte, fatto più unico che raro in Cina, con i brasiliano Ricardo Goulart e Alan sulla trequarti e il difensore coreano Gwon Kim a cui si è aggiunto a centrocampo Nemanja Gudelj.
Il Guangzhou ha avviato un processo di rinnovamento andando a prendere sul mercato alcuni dei migliori U23 fra cui Deng Hanwen (già nel giro della nazionale), Yang Liyu e Tang Shi che vanno a rinforzare quello che è il miglior gruppo di cinesi con elementi che sono dei punti fissi nello scacchiere di Lippi in nazionale quali i difensori Zhang Linpeng e Feng Xiaoting, i centrocampisti Huang Bowen e Yu Hanchao (quest’ultimo autore di ben 10 gol la scorsa stagione) e Gao Lin, il più grande marcatore nella storia del club.

Allenatore/Modulo: Fabio Cannavaro (4-2-3-1)
Stranieri: Hyung Kim (Kor, Dc), Gudelj (Ser, CC), Alan (Bra, Es), Goulart (Bra, Trq)
Giocatori Cinesi (Top 5): Zeng Cheng (Pt), Zhang Linpeng (Td), Feng Xiaoting (Dc), Huang Bowen (Ed), Gao Lin (At)
Città/Provincia: Guangzhou/Guangdong
Fondazione: 1954
Palmares: 7 Chinese Super League (dal 2011 al 2017), 5 Jia-B/League One (1956, 1958, 1981, 2007, 2010), 2 FA Cup (2012, 2016), 3 SuperCup (2012, 2016, 2017), 2 AFC Champions League (2013, 2015)
Rivalità: Guangzhou R&F (derby cittadino)

 

SHANGHAI SIPG

Immagine correlata

La squadra che maggiormente può contendere il titolo all’Evergrande anche quest’anno è lo Shanghai Sipg, club ora allenato dal portoghese Vitor Pereira (che rimpiazza un deludente Villas Boas) che può contare sull’apporto di tre grandissimi brasiliani, Elkeson, Hulk e Oscar, oltre al capitano della nazionale uzbeka Ahmedov, ma sopratutto Wu Lei, la superstar cinese che da otto anni a questa parte va in doppia cifra e lo scorso anno è stato il capocannoniere delle Red Eagles con 26 centri in tutte le competizioni.
A differenza dell’Evergrande lo Shanghai Sipg non ha effettuato operazioni sul mercato, anzi, non ha riscattato Wei Shihao, il giovane talento più promettente di Cina finito al Beijing Guoan. Nelle prime uscite di Champions abbiamo visto una squadra più solida rispetto allo scorso anno, con un’importante novità tattica, ovvero lo spostamento di Yu Hai nel ruolo di terzino sinistro, che fino ad ora si è rivelato essere una mossa vincente.
In ogni caso però, i cambi non sembrano essere all’altezza e il problema per Vitor Pereira è quello di avere una squadra troppo corta per le altissime aspettative della stagione che dovrà portare finalmente ad un titolo nazionale (e perchè no, anche continentale).

Allenatore/Modulo: Vitor Pereira (4-3-3)
Stranieri: Carvalho (Por, Dc), Ahmedov (Uzb, CC), Oscar (Bra, CC), Hulk (Bra, Ed), Elkeson (Bra, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Yan Junling (Pt), Wang Shenchao (Ts), Ke Shi (Dc), Cai Huikang (CC), Wu Lei (Es)
Città/Provincia: Municipalità di Shanghai
Fondazione: 2005
Palmares: 1 China League Two (2007), 1 China League One (2012)
Rivalità: Shanghai Shenhua (derby cittadino), Jiangsu Suning (derby regionale)

TIANJIN QUANJIAN

Risultati immagini per tianjin quanjian pato modeste witsel

Anche il Tianjin Quanjian ha cambiato molto poco, l’ex squadra di Cannavaro, ora allenata da Paulo Sousa ha mantenuto tutti gli stranieri in rosa, ovvero gli attaccanti Pato e Modeste, il centrocampista della nazionale belga Witsel e il difensore Kyung Kwon. Giocatori di rilevanza internazionale che hanno creato una perfetta alchimia con la parte cinese, con molti giovani calciatori emersi molto bene con Cannavaro come il centrale difensivo Yiming Liu e l’esterno Dalun Zheng.
Con soli tre stranieri in campo vedremo quelle che saranno le scelte di Sousa, se opterà per schierare i due attaccanti e Witsel, oppure di rinunciare a un giocatore fra Pato e Modeste per rafforzare la difesa con Kyung Kwon. L’obiettivo minimo è quello della seconda qualificazione in Champions, ma il Quanjian ha i messi anche per poter ambire al trono di Cina.

Allenatore/Modulo: Paulo Sousa (4-1-4-1/4-4-2)
Stranieri: Kyung Gwon (Kor, DC), Witsel (Bel, CC), Pato (Bra, At), Anthony Modeste (Fra, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Lu Zhang (Pt), Yiming Liu (DC), Dalun Zheng (CC) Zhao Xuri (CC), Wang Yongpo (Trq), Sun Ke (Ed)
Città/Provincia: Municipalità di Tianjin
Fondazione: 2006
Palmares: 1 China League One (2016)
Rivalità: Tianjin Teda (derby cittadino)

 

HEBEI FORTUNE

Risultati immagini per hebei fortune lavezzi

Lo scorso anno l’Hebei Fortune ha visto sfumare l’accesso alla Champions all’ultima giornata, ma quest’anno la squadra di Manuel Pellegrini ai nastri di partenza si presenta essere ancora più forte. La compagine dell’Hebei ha ceduto il brasiliano Aloisio ed ha recuperato dal lungo infortunio l’ex romanista Gervinho che andrà a comporre un attacco rapidissimo con Ezequiel Lavezzi -a nostro giudizio il miglior giocatore della scorsa stagione in campionato-, mentre in mediana il nuovo colpo di grido è quello di Javier Mascherano, il quale può ricoprire sia il ruolo di mediano di fronte la difesa nel 4-3-3, che di difensore centrale all’occorrenza. A centrocampo, in posizione più avanzata, vi è anche l’ex Inter e Juventus Hernanes
l’Hebei fortune ha alcuni fra i migliori giocatori cinesi in rosa e quest’anno si è aggiudicato le prestazioni del miglior terzino sinistro della lega, Jiang Zhipeng, prelevato dal Guangzhou R&F, oltre alla promessa mai sbocciata del Tianjin Teda, Hu Rentian,  ai quale si aggiungono elementi della nazionale maggiore quali i difensori Hang Ren e Zhao Mingjiang, il centrocampista Yin Hongbo e l’esterno d’attacco Zhang Chengdong (quest’ultimo il giocatore cinese più costoso, prelevato a circa 20 milioni di euro lo scorso anno dal Beijing Guoan).
Dopo un quinto e un quarto posto, per la compagine di Qinhuangdao è giunto il momento, anche a fronte degli ingenti investimenti, di raggiungere un risultato e il minimo al quale si può ambire è la qualificazione in Champions.

Allenatore/Modulo: Manuel Pellegrini (4-2-3-1)
Stranieri: Mbia (Cam, DC), Hernanes (Bra, CC), Lavezzi (Arg, At), Mascherano (Arg, CC), Gervinho (Civ, At),  Kim Jung (Kor)
Giocatori Cinesi (Top 5): Hang Ren (Ts), Zhao Mingjiang (Td), Hongbo (CC), Zhang Chengdong (Es), Jiang Zhipeng (ts)
Città/Provincia: Qinhuangdao/Hebei
Fondazione: 2012
Palmares: Nulla
Rivalità: Nessuna

 

Chi può ambire alla qualificazione in Champions

Fino ad ora vi abbiamo citato le quattro squadre che possono ambire al titolo e di conseguenza anche alla qualificazione alla champions del 2019. Il Guangzhou R&F, lo Shandong Luneng e il Beijing Guoan sicuramente non possono lottare per il titolo, ma si pongono comunque come delle forze in grado di poter raggiungere il terzo o il quarto posto.

GUANGZHOU R&F

Risultati immagini per guangzhou r&f eran zahavi

il Guangzhou R&F è arrivato quinto lo scorso anno ed ha lottato fino all’ultimo per l’accesso in champions. i blue lions allenati dal serbo Stoijkovic possono contare sull’apporto del capocannoniere del 2017, l’israeliano Eran Zahavi (27 gol nel 2017), il quale oltre a vedere la porta in maniera eccellente non da punti di riferimento agli avversari muovendosi a tutto campo.
Nel 3-4-3 di Stojkovic i pilastri sono sulla catena di destra il brasiliano Renatinho (12 gol e 8 assist nel 2017) e l’esterno basso Tang Miao, il migliore nel suo ruolo la scorsa stagione. Il faro del centrocampo invece è il regista Urso Junior (ex Shandong Luneng).
Il Guangzhou R&F è la squadra che esprime il miglior gioco offensivo, ma necessita di migliorare in difesa per fare il salto di qualità e poter ambire alla qualificazione in Champions, in modo da trovare la giusta continuità. Fra i giovani talenti da tenere d’occhio vi è Huang Zhengyu, eletto miglior U23 nella scorsa stagione, si tratta di un centrale difensivo classe 1997 molto promettente.

Allenatore/Modulo: Dragon Stojkovic (4-2-3-1)
Stranieri:  Urso Junior (Bra, CC), Renaitinho (Bra, Es), Eran Zahavi (Isr, Trq)
Giocatori Cinesi (Top 5): Junlin Mi (CC), Huang Zhengyu (DC), Miao Tang (Td) Chen Zhizhao (Es), Zhi Xiao (At)
Città/Provincia: Guangzhou/Guangdong
Fondazione: 1986 a Shenyang
Palmares: Nulla
Rivalità: Guangzhou Evergrande (derby cittadino)

 

BEIJING GUOAN

Risultati immagini per beijing guoan roger jonathan soriano

Roger schmidt con il Beijing Guoan era partito benissimo lo scorso anno, ma la magia si è interrotta a metà del girone di ritorno quando oramai le speranze di rimonta sul quarto posto erano state vanificate.
il Beijing Guoan si presenta come una delle squadre più interessanti di questa stagione dati i due grandissimi colpi in attacco, ovvero il tanto discusso Bakambu dal Villareal e Wei Shihao, la nuova grande promessa del calcio cinese (lo scorso anno allo Shanghai Sipg).
Il Beijing Guoan deve riscattare il deludente nono posto della scorsa stagione e molto dipenderà dalla convivenza fra Jonathan soriano e Bakambu in attacco e se il nazionale brasiliano Renato Augusto riuscirà ad esprimere a Pechino tutto il suo talento, cosa che fino ad ora non ha fatto.
Occhio anche ai nuovi acquisti cinesi del Guoan: dal Las Palmas è arrivato Jonathan Viera per la fascia di sinistra a centrocampo, mentre a comporre lo Starting XI ci saranno anche  il centrocampista Chi Zhongguo e il nuovo portiere Chi Wenyi, entrambi provenienti dallo Yanbian Funde

Allenatore/Modulo: Roger Schmidt (4-4-2)
Stranieri: Renato Augusto (Bra, Trq), Soriano (Bra, At), Bakambu (Con, At), Jonathan Viera (Spa, Es)
Giocatori Cinesi (Top 5): Wei Shihao (At), Lei Tenglong (DC), Chi Zhongguo (CC), Zhang Xizhe (Trq), Yu Dabao (At)
Città/Provincia: Municipalità di Pechino
Fondazione: 1951
Palmares: 6 Chinese Super League/Jia-A (1957, 1958, 1973, 1982, 1984, 2009) 4 FACup (1985, 1996, 1997, 2003), 2 SuperCup (1997, 2003)
Rivalità: Tianjin Teda (Jingjing derby), Shanghai Shenhua (Derby di Cina), Beijing Guoan (derby cittadino)

 

SHANDONG LUNENG

Risultati immagini per shandong luneng pelle

Lo Shandong Luneng rappresenta una vera incognita, gli orange fighters di Jinan hanno dato l’addio all’allenatore tedesco Felix Magath (il quale aveva conferito alla squadra un’organizzazione di gioco impeccabile) ed ha affidato la panchina a Li Xiaopeng il quale non vanta un background molto affidabile.
Lo Shandong Luneng inoltre non ha effettuato operazioni in entrata sul mercato, rimanendo con i quattro stranieri del 2017, con il nostro graziano Pellè, Papisse Cisse e Diego Tardelli e in difesa il nazionale brasiliano Gil. Chissà se questo mancato rinnovamento anche sul fronte cinse e una guida tecnica di dubbia qualità saranno i fattori che replicheranno una stagione fallimentare come quella del 2016, dove lo Shandong fu ad un passo dalla retrocessione.

Allenatore/Modulo: Li Xiaopeng
Stranieri: Gil (Dc, Bra), Tardelli (At, Bra), Pellè (At, Ita), Cissè (At, Sen)
Giocatori Cinesi (Top 5): Dalei Wang (Pt), Li Dan (Dc), Wu Xinghan(Es) Liu Binbin (ed), Hao Junmin (cc)
Città/Provincia: Jinan/Shandong
Fondazione: 1956
Palmares: 4 Chinese Super League/Jia A League (1999, 2006, 2008, 2010), 5 FA Cup (1995, 1999, 2004,2006, 2014), 2 SuperCup (2004, 2015)
Rivalità: Nessuna

 

Le possibili sorprese

Le squadre minori che nella scorsa stagione hanno mostrato di poter mettere in difficoltà qualunque avversario e di poter ambire ad un salto di qualità che le possa proiettare nelle zone nobili della classifica. Dal Changchun Yatai di Odion Ighalo alle squadre del sudovest cinese, il Chongqing Lifan e il Guizhou Hengfeng

CHANGCHUN YATAI

Risultati immagini per changchun yatai ighalo

Lo Changchun Yatai, squadra del nordest nella quale milita l’ex Watford Odion Ighalo, lo scorso anno è giunta al settimo posto, ma se leggiamo la classifica del girone di ritorno troviamo lo Yatai secondo. Lo Changchun è allenato dal cinese Chen Jingang e nella propria storia vanta un titolo nazionale conquistato nel lontano 2007.
Oltre all’attaccante nigeriano i grandi volti di questa squadra sono rappresentati dall’esterno offensivo Marinho e dal capitano Ismailov, difensore centrale uzbeko addirittura dal 2011 a Changchun. La compagine del nordest propone un gioco propositivo fatto di alta intensità grazie anche alla qualità degli interpreti cinesi, in particolar modo l’attaccante Tan Long (8 gol la scorsa stagione) e il regista He Chao, capitano della nazionale U23.

Allenatore/Modulo: Jang Soo Lee (4-4-2/3-5-2)
Stranieri: Ismailov (Uzb, Dc), Marinho (Bra, Ed),  Ighalo (Nig, At), Lasse Vibe (Dan, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Yake Wu (Pt), Jie Sun (Dc), Tan Long (At), Xiaoding Fan (Ts), He Chao (cc)
Città/Provincia: Changchun/Jilin
Fondazione: 1996
Palmares: 1 Chinese Super League (2007), 1 Jia-B (2003)
Rivalità: Yanbian Funde (derby provinciale)

 

CHONGQING LIFAN

Risultati immagini per chongqing lifan kardec fernandinho

Il Chongqing Lifan, la squadra della municipalità centrale della Cina, in queste due ultime stagioni ha mostrato di poter esprimere un gioco brillante, ma manca la continuità per poter ambire al salto di qualità.
Quest’anno la proprietà del club, la stessa del Granada e del Parma, ha optato per l’ex allenatore della nazionale portoghese, Paulo Bento, mentre dal mercato dono arrivati due sudamericani, l’esterno offensivo Fernandinho Luiz, match winner dell’ultima Libertadores con il Gremio, e il centrocampista argentino Nicolas Aguirre, che va a rimpiazzare il coreano Woo Jung come regista.
I punti cardine della squadra continueranno ad essere i due funamboli brasiliani in attacco, Alan Kardec, ma sopratutto il giovane Fernandinho Henrique, un giocatore che potrebbe ricoprire il ruolo da titolare in qualsiasi squadra di super league.
Il Chongqing Lifan ha acquistato mlolti giocatori cinesi provenienti dalle leghe inferiori che difficilmente daranno un valore aggiunto alla squadre e inoltre non ha riscattato Nan Song dai coreani del Buncheon, uno dei migliori U23 della scorsa stagione.

Allenatore/Modulo: Paulo Bento (4-2-3-1)
Stranieri: Luiz Fernandinho (Ed, Bra) Fernandinho (At, Bra), Kardec (Ed, Bra), Nicolas Aguirre (CC, Arg)
Giocatori Cinesi (Top 5): Xiaofei Deng (pt), Yu Liu (Ts), Jie Ding (Cc), Yang Xu (cc), Xinli Peng (Trq)
Città/Provincia: Municipalità di Chongqing
Fondazione: 1995 a Wuhan
Palmares: 2 Jia-B/China League One (1996, 2014), 1FA Cup (2000)
Rivalità: Nessuna

 

GUIZHOU HENGFENG

Immagine correlata

Altra grande sorpresa della scorsa stagione, che ad un certo punto poteva ambire al quarto posto da neopromosso, è stato il Guizhou Hengfeng del maestro Gregorio Manzano, spagnolo che in passato ha allenato anche Beijing Guoan e Shanghai Shenhua.
Manzano è il vero punto di forza di una squadra che non è cambiata molto rispetto allo scorso anno, con il riscatto do alcuni importanti giocatori cinesi, in particolar modo i giovani Ting Yang e Junlin Mi provenienti dal Guangzhou R&F.
Il Guizhou si reggerà nuovamente sui gol del 32enne Nikica Jelavic (14 reti lo scorso campionato) e la regia a centrocampo dello spagnolo Mario Suarez, ma la vera star sarà Steve Trawally, attaccante del Gambia classe 1994 che lo scorso anno con la maglia dello Yanbian Funde (poi retrocesso) ha segnato la bellezza di 18 reti.

Allenatore/Modulo: Gregorio Manzano (4-4-2)
Stranieri: Mario Suarez (CC, Spa), Chery (CC, Ola), Jelavic (At, Cro), Steve Trawally (At, Gam)
Giocatori Cinesi (Top 5): Festus Baise (HongKong, DC), Tin Yang (Td), Jun Wang (CC), Feiya Chang (CC), Junlin Mi (Trq)
Città/Provincia: Guiyang/Guizhou
Fondazione: 1992
Palmares: 1 China League Two (2012)
Rivalità: Beijing Renhe (ex Guizhou Renhe)

 

Le incognite della stagione

Lo Jiangsu Suning e lo Shanghai Shenhua, due nobili decadute del calcio cinese, ma anche il neopromosso Dalian Yifang, stravolto completamente negli ultimi giorni di calciomercato.

JIANGSU SUNING

Risultati immagini per jiangsu suning ramires teixeira

Lo Jiangsu Sunung continuerà ad essere guidato da Fabio Capello, la squadra di Nanchino nel 2016 si era imposta come la seconda forza del campionato, ma il mancato rinnovamento sul mercato e l’assenza di un gioco, se non un palese catenaccio e ripartenze, con un 3-5-2 tutt’altro che dinamico, ne hanno causato il collasso.
Il 2018 si profila essere un anno pieno di difficoltà per Capello e i suoi uomini, dato che alcuni degli stranieri più forti, quali Roger Martinez, Jeong Ho, Benjamin Moukandjo e Trent Sainsbury se ne sono andati (tutti quanti in prestito), mentre le superstar Ramires e Teixeira,sono tutt’altro che entusiaste di rimanere in Chinese Super League dato che erano sul piede di partenza.
Ai due brasiliani in rosa si aggiungono l’ex difensore del Milan, Gabriel Paletta, e l’attaccante Richmond Boakye, prelevato dalla Stella Rossa, vanta un passato poco fortunato in Italia fra Genoa, Sassuolo e Latina. Totale assenza di rinnovamento dell’ossatura della squadra cinese, con il solo acquisto del diciannovenne uiguro Abduhamit, ma si aspetta l’esplosione di un altro talento dello xinjiang, ovvero Erpan Ezimjan, sarà lui la vera promessa del calcio cinese?

Allenatore/Modulo: Fabio Capello  (3-5-2)
Stranieri:  Ramires (Bra, CC), Teixeira (Bra, At), Moukandjo (Cam, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Ang Li (DC), Wu Xi (CC), Xie Pengfei (Es), Zhang Xiaobin (CC), Erpan Ezimjan (At)
Città/Provincia: Nanchino/Jiangsu
Fondazione: 1958
Palmares: 2 China League One (1992-2008), 1 China League Two (1997), FA Cup (2015), SuperCup (2013)
Rivalità: Shanghai Shenhua (Delta Yangtze Derby), Shanghai Sipg (derby regionale)

 

SHANGHAI SHENHUA

Risultati immagini per shanghai shenhua guarin martins

Finita la disastrosa era di Tevez, lo Shanghai Shenhua sarà pronto per tornare ai vertici del campionato? Da quello che abbiamo visto nella finale di Chinese FA Super Cup il gap con l’Evergrande sembra essere ancora abissale. I Blue Devils di Shanghai hanno salvato la faccia nel 2017 conquistando la coppa nazionale, dunque l’accesso ai gironi di champions dopo ben sette anni d’assenza.
Sulla panchina dello Shenhua è stato confermato Wu Jingui, mostratosi in grado di risollevare una squadra allo sbando dopo la gestione di Gus Poyet. Nonostante alcuni rumos, è stato confermato il capitano Giovanni Moreno, alla sua settima stagione con la maglia dei blue devils, assieme al connazionale Freddy Guarin. dal mercato non sono arrivati grandi nomi, in attacco è stato confermato un altro ex nerazzurro, Obafemi Martins, mentre a centrocampo è tornato il paraguaiano Oscar Romero dall’esperienza in prestito all’Alaves.
La forza dello Shanghai Shenhua nel 4-2-3-1 è negli esterni offensivi, con il veterano Cao Yunding (miglior giocatore cinese nel 2016) e il giovane promettente Liu Ruofan, mentre il bad boy Mao Jiangqing funge da rincalzo, eventualmente anche come prima punta. Particolarità in difesa, dove la retroguardia è stata affidata al nuovo arrivato, Fulan Xisi, un giocatore di origine sino tanzaniana proveniente dai portoghesi del Boavista.

Allenatore/Modulo: Wu Jingui (4-2-3-1)
Stranieri: Oscar Romero (pry, CC), Guarin (Col, CC), Moreno Col, Trq), Martins (Nig, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Fulan Xisi (Dc), Liu Ruofan (Ed), Sun Shilin (CC), Cao Yunding (Es), Mao Jiangqing (At)
Città/Provincia: Municipalità di Shanghai
Fondazione: 1951
Palmares: 3 Campionati Nazionali (1961-1962-1995), 4 FA Cup (1956-1991-1998-2017), SuperCup (1995-1998-2001)
Rivalità: Shanghai Sipg (Derby cittadino), Jiangsu Suning (Delta Yangtze Derby), Beijing Guoan (Chinese Derby)

 

DALIAN YIFANG

Risultati immagini per dalian yifang

Fino a qualche settimana fa avremmo detto che il Dalian Yifang fosse una delle squadre più accreditate alla retrocessione. Il club neopromosso vincitore della scorsa League One, aveva rimpiazzato (per interferenza dello Sports Bureau locale) l’allenatore spagnolo Juan Ramon lopez Cairo con il cinese Ma Lin e l’unico rinforzo straniero era stato il centrocampista croato Mate Males… nulla di che.
Con l’avvento del gruppo Wanda, che lasciato l’Atletico Madrid ha reso il controllo del club di Dalian, tutto è cambiato. Dal West Ham è arrivato il difensore portoghese Josè fonte, mentre dai colchoneros gli esterni Yannick carrasco e Nicolas Gaitan. Tre colpi di mercato costati ben 53 milioni di euro che elevano notevolmente il valore della squadra, ai quali si aggiunge Nyasha Mushewki, attaccante dello Zimbawe protagonista della promozione lo scorso anno con 16 gol in campionato. La qualità degli stranieri in rosa è di indubbio valore, ma non c’è stato tempo per rinforzare il gruppo cinese che rimane lo stesso che ha vinto la League One. Occhio comunque al giovane esterno offensivo Jinxiang Wang, classe 1996, si pone come uno dei giovani più interessanti del campionato.
Dove può arrivare questo Dalian Yifang lo scopriremo solamente dopo le prime giornate di campionato, nella previsione più rosea possono rientrare nella lotta Champions.

Allenatore/Modulo: Ma Lin (4-3-3)
Stranieri: Josè Fonte (Por), Nicolas Gaitan (arg), Yannick Carrasco (Bel), Nyasha Mushewki (Zim)
Giocatori Cinesi (Top 5):  Cong Zhang (pt), Shanping yang (dc), Qiang Jin (cc), Ming’an Cui (trq), Jinxiang Wang (ed)
Città/Provincia: Dalian\Liaoning
Fondazione: 2008
Palmares: 3 Campionati Nazionali (1961-1962-1995), 4 FA Cup (1956-1991-1998-2017), SuperCup (1995-1998-2001)
Rivalità: Nessuna

 

Lotta salvezza

Due squadre, la quindicesima e sedicesima classificata, retrocederanno in China League One. Alla vigilia dell’inizio del campionato, le squadre apparentemente meno attrezzate per raggiungere l’obiettivo salvezza sono il Tianjin Teda, l’Henan Jianye e il neopromosso Beijing Renhe

TIANJIN TEDA

Risultati immagini per tianjin teda obi mikel

Le ultime due stagioni del Tianjin Teda sono state alquanto travagliate, riusciranno le Flying Tigers quest’anno a disputare un campionato tranquillo? Lo scorso anno la salvezza è giunta solo grazie all’ingaggio del tedesco Uli Stielike in panchina nella ultime giornate.
L’ossatura straniera del club è cambiata radicalmente con gli addii di Gudelj (direzione Evergrande) e del deludente Brown Ideye (finito al Malaga) le speranze risiedono nel brasiliano Jonathan, capocannoniere della K league lo scorso anno con il Suwon Bluewings che verrà affiancato dal ghanese Acheampong (4 reti in 12 presenze lo scorso anno). A centrocampo vi è ancora l’ex stella del Chelsea Obi Mikel, mentre in difesa il tedesco Felix Bastians. Alcuni dei migliori cinesi hanno lasciato il club, fra cui Yang Liyu (all’Evergrande) e Hu Rentian (all’Hebei Fortune). Rimangono le briciole di quella che una volta era una squadra capace di qualificarsi in Champions.

Allenatore/Modulo: Uli Stielike (4-2-3-1)
Stranieri:  Felix Bastians (Dc, Ger), Obi Mikel (cc, Nig), Jonathan (At, Bra), Acheampong (At, Gha)
Giocatori Cinesi (Top 5): Jia Du (Pt), Bai Yufeng (Td), Hao Guo (cc), Muzepper (ts), Hai Jiakang (es)
Città/Provincia: Municipalità di Tianjin
Fondazione: 1951
Palmares: Jia-B League (1998), 2 FA Cup (1968, 2010)
Rivalità: Tianjin Quanjian (derby cittadino), Beijing Guoan (Jingjing derby)

 

HENAN JIANYE

Risultati immagini per henan jianye

L’Henan Jianye è una squadra che vive di alti e bassi e rappresenta un’incognita di questa stagione con la nuova guida del bosniano Dragan Talajic, il quale vanta un ricco curriculum di esperienze nelle panchine di tutta Asia.
L’attacco è il vero punto di forza della squadra di Zhengzhou, con il giovane camerunense Bassogog (miglior giocatore della Coppa d’Africa 2016), il portoghese Ricardo Vaz Te, (ex Belediyespor, ha siglato 5 gol in altrettante presenze lo scorso anno da quando è giunto in estate) e il suo connazionale Orlando Sà (29), prelevato dallo Standard Liegi nell’ultima sessione di mercato. In difesa l’ormai ex capitano Eddi Gomes è stato ceduto ad un club islandese e al suo posto è giunto lo spagnolo Cala dal Getafe. Non vi sono giocatori cinesi di spicco nell’Henan Jianye, in questa sessione di mercato ne sono arrivati di otto nuovi, ma nessuno di questi militava in club della massima serie.

Allenatore/Modulo: Dragan Talajic (3-4-1-2)
Stranieri: Cala (Dc, spa), Orlando Sa (Por, Ed), Vaz Te (Por, At), Bassogog (Cam, At)
Giocatori Cinesi (Top 5): Yan Wu (Pt), Zhao Ke (Ts), Cheng long (dc), Xingyu Ma (cc), Zhouyu Feng (cc)
Città/Provincia: Zhengzhou/Henan
Fondazione: 1958
Palmares: 3 Jia-B/League One (1989, 2006, 2013), 2 Yi League/League Two (1982, 1999)
Rivalità: Nessuna

 

BEIJING RENHE

Risultati immagini per jaime ayovi beijing renhe

Il Beijing Renhe si è classificato secondo in China League One e torna in massima serie dopo due anni d’assenza, questa volta a Pechino (quando retrocesse nel 2015 era a Guizhou) e darà vita al primo derby della capitale contro il Beijing Guoan, vera anima della città.
Lo spagnolo Luis Garcia Plaza (ex Getafe e Levante) è rimasto alla guida del club ed è stata cambiata l’ossatura straniera della squadra. I nuovi acquisti sono quelli del centrocampista Augusto Fernandez dall’Atletico Madrid e di Benjamin Moukandjo in prestito dallo Jiangsu Suning. Ai due si aggiungono i protagonisti della promozione: l’attaccante ecuadoregno Jaime Ayovi (attualmente nel giro della nazionale) e il trequartista brasiliano Ivo Da Rosa (ex Henan Jianye) che rappresentano i due migliori elementi in rosa.
Non vi sono stati grandi stravolgimenti nel gruppo cinese, con la cessione del giovane U23 Deng Hanwen all’Evergrande e l’arrivo da questi dell’esperto difensore Liu Jian e del trequartista Chu Wang dal Portogallo.

Allenatore/Modulo: Luis Garcia Plaza (4-3-3)
Stranieri: Augusto Fernandez (Arg), Ivo Da Rosa (Bra), Benjamin Moukandjo (At, Cam), Jaime Ayovi (Equ)
Giocatori Cinesi (Top 5): Lie Zhang (Pt), Weihui Rao (ts), Liu Jian (Dc), Chu Wang (cc), Yongjing Cao (es)
Città/Provincia: Beijing
Fondazione: 1995 a Shanghai
Palmares: 1 China League Two (1995), 1 China League One (2001), 1 FA Cup (2013), 1 FA SuperCup (2014)
Rivalità: Beijing Guoan (derby cittadino)

 

Tabelle varie

La geografia della CSL. Fonte twitter: @seb_perpignan
Fonte twitter: @asaikana
Gli allenatori della CSL. Fonte twitter: seb_perpignan
Precedente Calciomercato CSL, i giudizi finali: Evergrande e Guoan le regine del mercato, inattivo lo Shanghai Sipg Successivo L'Ultimo Uomo: Viaggio nella cultura ultras cinese