China Cup: la nazionale di Lippi comincia il suo 2018 contro Bale e Cavani

A partire dal 22 marzo nella provincia sud occidentale del Guangxi si disputerà la seconda edizione della China Cup, il torneo per amichevole per nazionali che si svolge dallo scorso anno in Cina e che quest’anno, oltre ai padroni di casa, vede la partecipazione di Repubblica Ceca, Uruguay e Galles.

La nazionale allenata da Marcello Lippi non prenderà parte alla Coppa del Mondo in Russia ed è attesa da un 2018 di amichevoli in attesa della Coppa d’Asia del prossimo anno che si disputerà negli Emirati Arabi Uniti. L’ultimo impegno della nazionale è stata la East Asian Championship Cup dello scorso dicembre in Giappone, dove, in una Cina completamente sperimentale che non ha collezionato nemmeno una vittoria, a spiccare è stato il grande talento di Wei Shihao, attaccante esterno ora in forza al Beijing Guoan che si sta rivelando come uno dei migliori talenti in circolazione.

Wei Shihao può rappresentare il simbolo della rinascita per la nazionale cinese, classe 1995, ha già segnato due gol in tre partite in questa Chinese Super League 2018 con la maglia delle Imperiel Guards e assieme a Wu Lei dello Shanghai Sipg, può andare a formare una coppia di esterni offensivi molto tecnica e veloce che potrebbe ben figurare in questa China Cup.

Le scelte di Lippi

Il tecnico italiano dopo l’esperimento dello scorso dicembre in Giappone ha deciso di ridare fiducia allo zoccolo duro della nazionale cinese, anche se spicca l’assenza del capitano del Guangzhou Evergrande, Zheng Zhi, oramai 37enne. Sono ben sette i giocatori chiamati dalla compagine di Guangzhou, con il terzino destro Deng Hanwen che è l’unico U23 dei cantonesi. Il Guanngzhou Evergrande di Fabio Cannavaro dovrebbe continuare a rappresentare lo zoccolo duro della squadra, con Zeng Zheng a difesa dei pali, Feng Xiaoting e Zhang Linpeng in difesa, Huang Bowen a centrocampo e Gao Lin in attacco

Cinque invece gli elementi chiamati dallo Shanghai Sipg, fra cui Wu Lei, ma chissà se Lippi darà fiducia al centrale difensivo He Guan, rivelatosi essere uno dei migliori nel suo ruolo la scorsa stagione. Le novità apportate dal tecnico italiano risiedono nell’attaccante Tan Long del Changchun Yatai e il trequartista del Chongqing Lifan Peng Xinli, non certamente due scelte giovani, ma il primo si è rivelato essere un ottimo finalizzatore lo scorso anno con sette gol segnati.

Fra i giovani da tenere d’occhio (U23) vi sono anche il centrale difensivo del Tianjin Quanjian, Yiming Liu, e il regista dello Changchun Yatai, He Chao, nonché il capitano della nazionale U23.

Le avversarie

Rispetto alla scorsa edizione della China Cup, dove le nazionali si erano presentate con delle formazioni sperimentali, quest’anno sono presenti anche le star internazionali ad arricchir la competizione. La Cina disputerà la semifinale inaugurale contro il Galles di Ryan Giggs dove è stato convocato Gareth Bale. L’Uruguay invece si presenta alla manifestazione con Edison Cavani e Luis Suarez in attacco a formare una coppia d’attacco estremamente temibile che la pone come assoluta favorita nei confronti della Repubblica Ceca.

Per la Cina questa China Cup ha dei risvolti molto importanti anche per il ranking, dato che ora la nazionale di Lippi è quinta nella AFC. Conservare tale piazzamento gli potrebbe permettere di essere testa di serie per l’Asian Cup del 2019 dato che le fasce verranno decretate dal ranking alla fine di marzo.

CALENDARIO

22 marzo: Cina-Galles

23 marzo: Uruguay-Rep.Ceca

 

Precedente Chinese Super League: Analisi della terza giornata Successivo Nuovi sponsor cinesi per le nazionali di Belgio e Portogallo