CFA Cup, finale: primo round in parità, Teixeira rispone a Goulart

L’atto conclusivo della stagione calcistica del 2016. Al Tianhe Stadium di Canton va in scena la partita d’andata della finale di Chinese FA Cup fra l’Evergrande e lo Jiangsu Suning, terminata sul punteggio di 1-1, con Alex Teixeira che risponde a Ricardo Goulart. L’ago della bilancia ora pende in favore della squadra di Nanchino, in attesa del ritorno che si svolgerà il prossimo sabato nello Jiangsu.

I PRECEDENTI

Dopo l’acquisizione del Suning Commerce Group, la squadra dello Jiangsu si è trasformata in una superpotenza, eppure questo in prima istanza non è bastato a contrastare lo strapotere del Guangzhou Evergrande. Le due squadre hanno dato il via alla stagione 2016 all’Olimpico di Chogqing, per la finale di Supercoppa, nella quale gli uomini di Scolari hanno trionfato per 2-0 grazie alla doppietta di Ricardo Goulart.

Alcuni mesi dopo il divario fra le due squadre non sembra essere diminuito, e alla 15ma giornata di Chinese Super League il Guangzhou al Tianhe Stadium domina la partita trionfando nuovamente per 2-0, prendendo così definitivamente il largo in classifica. In quell’occasione andarono a segno ancora una volta Goulart e Alan. La sfida di ritorno non era di alcuna utilità alla classifica, con il guangzhou che era stato incoronato campione la giornata precedente dopo l’1-1 contro lo Yanbian Funde. All’Olimpico di Nanchino lo Jiangsu Suning trionfò 2-0 con le reti nel secondo tempo di Xie Pengfei e del coreano Hong Jeong.

LA PARTITA

Entrambe le squadre possono schierare la formazione migliore. Dopo il turn over nelle ultime giornate di campionato Scolari torna in campo con l’artiglieria pesante, con il consueto 4-2-3-1, con Gao Lin al centro dell’attacco, supportato dai trequartisti brasiliani Goulart e Alan, a cui si aggiunge Huang Bowen. Zheng Zhi e Paulinho guidano la mediana, mentre in difesa spicca l’assenza del coreano Kim, rimpiazzato da Li Mei. Sulla sinistra torna titolare Zheng Zou, dopo aver saltato tutta la stagione a causa di una frattura rimediata nello scorso mondiale per club.

Modulo speculare adottato da Yong Soon, con Ramires in mediana al fianco del capitano Wu Xi, mentre in attacco il giovane colombiano Roger Martinez è supportato da Alex teixeira, con la consolidata coppia sulle fasce composta da Ji Xiang e Xie Pengfei.

Primo tempo letteralmente dominato dal Guangzhou Evergrande, che sblocca la partita dopo appena dieci minuti con un diagonale potentissimo che beffa il non sempre eccelso Gu Chao. I padroni di casa dettano i ritmi del gioco e arrivano con una facilità disarmante verso la porta avversaria, rendendosi pericolosissimi con gli inserimenti di Paulinho e i tagli in profondità di Gao Lin. Proprio l’attaccante cinese alla fine del primo tempo viene atterrato in area da Sainsbury, ma l’arbitro lascia correre fra le proteste generali.

Il copione è lo stesso nel secondo tempo, con lo Jiangsu Suning che fatica a produrre gioco. Al 65’ l’episodio che cambia la partita: cross dalla sinistra di Xie Pengfei, Ramires riesce a prolungare di testa sul secondo palo per l’inserimento di Teixeira, che brucia in velocità Zheng Zou e sigla la rete del pari in una sospetta posizione di fuori gioco. Le proteste scaldano gli animi e la partita cambia radicalmente. Le squadre si allungano e le occasioni fioccano da entrambe le parti. Nel finale di partita Ramires spreca clamorosamente un contropiede a tu per tu con il portiere, mentre sull’immediato ribaltamento di fronte Paulinho centra il palo a porta vuota.

Finisce 1-1, con lo Jiangsu Suning che può vantare il vantaggio del gol in trasferta per poter sollevare al cielo per la seconda volta consecutiva la coppa nazionale, ipresa che non è mai riuscita ad alcuna squadra. Sabato prossimo il ritorno all’Olimpico di Nanchino, per l’ultimissima partita della stagione cinese di calcio.

Precedente Asian Champions League, finale: doppio Leonardo, il Jeonbuk si aggiudica il primo round Successivo Il derby di Milano è l'ennesima occasione persa