Il caso Hu Ruibao: da Guangzhou al Manchester City, passando per i danesi del Vejle

Il mercato del Guangzhou Evergrande è stato abbastanza piatto, l’unico acquisto è stato quello di Zhang Chenling dal Beijin Renhe, un terzino sinistro di 29 anni pagato l’assurda cifra di 12 milioni di euro. Il nome più accreditato alla cessione era quello di Jackson Martinez, ma infine sembra che questi rimarrà in rosa, anche se ai margini, dato che Felipe Scolari lo ha escluso dalla lista Champions.

A due settimane dalla chiusura del mercato una scossa scuote il Guangzhou, e riguarda un ragazzo dell’academy, Hu Ruibao, difensore centrale classe 1996 che ha deciso di voler rescindere il proprio contratto per trasferirsi ai danesi del Vejle, che milita nella prima divisione.

Il ragazzo è volato alla volta di Antalaya, in Turchia, per unirsi al suo nuovo club, nel quale fra l’altro milita un altro ragazzo cinese: Yue Xin. Il vero obiettivo, stando a quanto dichiarato dallo stesso Hu Ruibao è quello di approdare al Manchester City in estate, quando riaprirà la sessione di mercato, dato che lo scorso dicembre, il giovane difensore ha sostenuto una serie di allenamenti con il team di Guardiola.

Ma perché transitare proprio al Vejle in Danimarca? E’ qui che sbuca una figura fin qui mai nominata, quella del super procuratore Lucas Chang Jin. Nato il 9 agosto del 1981 (non specificato se in Cina o inghilterra), si è laureato in diritto all’Università di Shenyang ed agente calcistico presso la World in Motion, agenzia che cura gli interessi di giocatori inglesi, il cui più importante è Smalling del Manchester United, ma non solo, Chang è anche il procuratore di Wu Lei, esterno offensivo del Shanghai Sipg, di gran lunga il miglior talento del calcio cinese.

Lucas Chang Jin è anche proprietario di quote del club danese Vejle. L’agente ha fatto in modo dunque di rescindere il contratto di Hu Ruibao dal Guangzhou Evergrande, parcheggiarlo nella propria squadra per sei mesi (conflitto di interessi? Mi sa che nel calcio oramai ci siamo abituati da anni) e portarlo in estate al Manchester City, il quale probabilmente lo girerà in prestito ad altri club, dato che il ragazzo, ancora non ha mai disputato una presenza con la prima squadra del Guangzhou Evergrande.

Nonostante tutto, la vicenda si protrarrà, in quanto la società cinese sostiene che il passaggio di Hu Ruibao non sia avvenuto a norma di legge, e punta dunque ad ottenere un lauto risarcimento da parte del Vejle, o di uno dei suoi proprietari: tale Lucas Chang Jin.

I commenti sono chiusi.