Macerata e Taicang insieme per il calcio, nel segno del gesuita Matteo Ricci (Li Madou)

Il calcio è in grado d aprire innumerevoli porte, dallo sport agli scambi bilaterali, questo è successo fra la città di Macerata e quella cinese di Taicang, una delle più ricche di Cina, situata nei pressi di Shanghai.

Inizialmente la collaborazione fra le due città è nata da alcuni stage in Cina, in cui sono stati coinvolti due allenatori maceratesi: Alberto Virgili e Gianni Secchiari, operazione realizzabile grazie all’interessamento di Su Sue, presidente dell’agenzia americana ViaSoccer, che si occupa dello sviluppo nel calcio giovanile attraverso una rete di Accademy.

Grazie all’esperienza calcistica nata la scorsa estate, le due città stanno pensando di espandere le intese, non a caso, il sindaco di Macerata, Romano Carancini, si è recato con la propria delegazione alla volta di Taicang nelle ultime settimane.

Gli incontri bilaterali che hanno preso ufficialmente il via e vertono sulla collaborazione tra le due città e riguardano sport, cultura, turismo e economia.

Il Governo della regione cinese intenderebbe importare i prodotti del Maceratese, e per quanto riguarda il turismo, con il progetto Li Madou un ponte di amicizia, l’attenzione è volta a organizzare viaggi e servizi per entrambe le città. In particolare nel soggiorno maceratese sono previste visite alle scuole, esperienze di teatro e attività sportive.
Per quel che invece riguarda le attività culturali, vi è la volontà di far conoscere l’opera italiana mediante il progetto Opera training: viaggio alla sorgenti del teatro d’opera.

Il ponte che collega la Cina e Macerata ha origini molto lontane, da far risalire alla dinastia Ming, con Li Madou, il nome cinese del gesuita Matteo Ricci (1552-1610), che è stato uno dei più grandi missionari in terra cinese, dove è stato l’artefice della ripresa del cristianesimo in una esperienza durata quasi trent’anni. Ma cosa più importante fu l’introduzione nella cultura e nel sapere cinese, degli elementi di geometria euclidea, di geometria e astronomia, questo una volta entrato a corte dell’imperatore Wan Li a Pechino.

 

Precedente Scoprire la CSL: lo Shanghai Sipg (International Port Group), dalle Accademy alla Champions Successivo Joseph Lee e Eduardo Uram: in Cina procuratori e fondi di investimento non sono una novità