AFC Champions League (ottavi/R): Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg ai quarti, miracolosa rimonta dell’Urawa

Nella East Zone della AFC Champions League rimangono in gioco due squadre cinesi e due giapponesi. Da una parte Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg, dall’altra l’Urawa Red Diamonds e Kawasaki Frontale.

Imbattibili in campionato e tentennanti in Champions, nonostante tutto il Guangzhou Evergrande di Scolari riesce ad accedere ai quarti di finale eliminando i vice campioni del mondo del Kashima Antlers nonostante la sconfitta per 2-1 al ritorno. All’andata le tigri del Canton avaveno vinto in casa per 1-0 con rete dell’impriscindibile Paulinho e nella sfida di ritorno in Giappone è sempre il brasiliano a siglare il gol qualificazione dopo che il Kashima si era portato in vantaggio nel primo tempo. Sono già cinque gol in sette partite per il centrocampista del Guangzhou Evergrande, sicuramente il giocatore più influenete del campionato cinese e nel contesto asiatico in questo 2017.

Non conosce limiti lo Shanghai Sipg di Villas Boas, che potendo schierare tutti gli stranieri a disposizione diviene una macchina da guerra implacabile. Le Metal Eagles trionfano anche nel ritorno del derby cinese per 3-2 contro lo Jiangsu Suning. Elkeson apre le marcature e successivamente causa l’autogol di Xiaotian. Chiude la pratica il solito Hulk, oramai presenza fissa nel tabellino delle Metal Eagles. Lo Shanghai Sipg alla sua seconda partecipazionein Champions raggiunge i quarti di finale ed è una delle principali candidate alla vittoria finale. Del tutto fallimentare oramai la stagione dello Jiangsu Suning, fuori dalla Champions e dalla lotta al titolo in Cina, rimane con solo l’obiettivo della Chinese FA Cup, ma a questo punto la panchina di Choi Yong potrebbe saltare.

Urawa Red Diamonds e Kawasaki Frontale sono invece le due squadre giapponesi rimaste in gioco; l’Urawa dopo aver perso all’andata per 2-0 sul campo dei coreani del Jeju, riesce a ribaltare il risultato di fronte al proprio pubblico grazie ad un netto 3-0 maturato dopo i tempi supplementari. Il Kawasaki invece aveva già la qualificazione in pugno grazie al successo per 3-1 all’andata sul campo dei thailandesi del Muanghtong. Anche nella sfida di ritorno non c’è stata storia e i giapponesi hanno prevalso per 4-1

GOL E HIGHLIGHTS

KASHIMA ANTLERS-GUANGZHOU EVERGRANDE 2-1 (2-2) (28’ JUNIOR, 55’ PAULINHO, 91’ KANAZAKI)

JIANGSU SUNING-SHANGHAI SIPG 2-3 (3-5) (34’ ELKESON, 43’ XIAOTIAN og, 75’ JEONG HO, 93’ WU XI, 94’ HULK)

URAWA RED DIAMONDS-JEJU UNITED 3-0 dts (3-2) (18’ KOROKI, 33’ LEE, 114’ MORIWAKI)

KAWASAKI FRONTALE-MUANGHTONG UNITED 4-1 (7-2) (31’ KOBAYASHI, 32’ HASEGAWA, 40’ NETO, 79’ RHAYNER, 89’ DANGDA)

Lascia un commento

*