ACL, East Zone (ottavi\R): Pato e Paulo Sousa eliminano il Guangzhou, non basta la doppietta di Hulk, Shanghai Sipg fuori dalla Champions

Rimangono solo otto squadre nella Champions League Asiatica in questo 2018. Dopo aver analizzato la West Zone, oggi passiamo in rassegna quelli che sono stati gli appuntamenti ad oriente, con due clamorose eliminazioni sul fronte cinese: il Guangzhou Evergrande e lo Shanghai Sipg. La squadra di Fabio Cannavaro nel derby cinese è stata eliminata dal Tianjin Quanjian di Paulo Sousa, mentre le Red Eagles di Oscar e Hulk escono clamorosamente con il Kashima Antlers.

E’ la fine del Guangzhou Evergrande per come lo conoscevamo. Queste le parole del commentatore i Fox Sports Asia al termine della partita che ha visto la squadra di Fabio Cannavaro uscire dagli ottavi della Champions asiatica a seguito del pareggio per 2-2 contro il Tianjin Quanjian di Paulo Sousa (la partita d’andata era finita a reti bianche a Tianjin).

Non basta la doppietta di Ricardo Goulart: il brasiliano sblocca le marcature al quarto d’ora con un tap in decisivo sulla corta respinta del portiere avversario, ma dopo pochi minuti il connazionale Alexandre Pato segna di testa su assist di Axel Witsel (che approfitta di un errore grossolano in fase di disimpegno di Zhang Linpeng). Nella ripresa è ancora l’Evergrande a portarsi in vantaggio, sempre con Goulart, ma anche questa volta la gestione del vantaggio dura pochissimo e al 52’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, il difensore Wang Jie trova la rete del 2-2 che deciderà la qualificazione.

La partita si è poi trasformata in un vero e proprio assedio, con gli uomini di Cannavaro che hanno schiacciato il Tianjin nella propria trequarti, senza però trovare ulteriormente la via del gol. A leggere le statistiche dei tiri in porta e del possesso palla, il match del Tianhe Stadium è stato un vero e proprio monologo, ma il Tianjin Quanjian è stato bravo ad approfittare delle uniche occasioni che si è saputo creare con estrema freddezza riuscendo ad approdare ai quarti della Champions alla prima partecipazione assoluta nella competizione.

Esce dalla competizione anche un’altra grande cinese, lo Shanghai Sipg di Oscar e Hulk, che non riesce a rimontare il 3-1 in Giappone contro il Kashima Antlers. Le Red Eagles a Shanghai vincono per 2-1 con doppietta di Hulk, ma non è abbastanza.

Gol lampo per lo Shanghai Sipg che segna con Hulk (che recupera all’ultimo per la partita). Sugli sviluppi di un calcio di punizione calciato da Oscar. Nel primo tempo però la squadra migliore in campo è il Kashima Antlers, che alla fine del primo tempo segna il gol che chiude la partita grazie al giapponese Doi.

Nella ripresa la squadra di Vitor Pereira cerca di prendere il sopravvento, ma non riesce ad approfittare le varie opportunità create con Wu Lei che spreca un paio di grandi occasioni per rilanciare le speranze della sua squadra. Come al solito il numero 7 cinese nelle competizioni continentali non riesce a fare il salto di qualità. Nel finale di gara per un fallo di mano l’arbitro fischia un fallo di mano in area e Hulk spiazza il portiere avversario firmando il 2-1, ma questo non basta.

La stagione dello Shanghai Sipg, che sembrava essere partita con i migliori propositi, rischia di collassare. In campionato la squadra di Vitor Pereira non vince da quattro gare ed ora esce in maniera estremamente precoce da una competizione che la vedeva favorita per la vittoria finale.

Senza storia la sfida di ritorno che vede i sudcoreani del Jeonbuk ribaltare il risultato dell’andata prevalendo per 2-0 sui thailandesi del Buriram United. Per la capolista della K League bastano un gol per tempo a firma del brasiliano Lopes e del centrocampista Lee.

L’altra squadra coreana ad aver centrato la qualificazione ai quarti di finale è il Suwon Bluewings, che ribalta il risultato dell’andata sconfiggendo con un netto 3-0 i connazionali dell’Ulsan Hyundai grazie alla doppietta di Kim Gun Hee (attaccante classe 1995) e la rete nel finale del brasiliano Waguinho. La partita poteva cambiar radicalmente nel secondo tempo, con l’Ulsan Hyundai che, sotto di due gol, ha l’opportunità di accorciare le distanze dal dischetto, ma dagli undici mtri il croato Orsic fallisce il tentativo.

 

TABELLINI E HIGHLIGHTS

Guangzhou Evergrande – Tianjin Quanjian 2-2 (2-2 tot.) (17′, 48′ Goulart/ 19′ Pato, 52′ Wang Jie)

Shanghai Sipg-Kashima Antlers 2-1 (7’, 82’ Hulk\ 42’ Doi)

Jeonbuk- Buriram Utd 2-0 (4-3 tot.) (18’ Lopes, 86’ Lee)

Suwon Bluewings-Ulsan Hyundai 3-0 (3-1) (26’, 31’ Kim Gun Hee, 90 Waguinho)

.

Precedente ACL,West Zone (ottavi/R): Impresa del Persepolis, Xavi ai quarti, tutto facile per l'Al Duhail Successivo In memoria di Lei Jun, il padrino del punk cinese