ACL, East Zone (2a giornata): Pato salva il Quanjian, doppio Oscar, Shanghai Sipg senza affanni

AFC Champions League, East Zone, seconda giornata nei gruppi E ed F con le partite di Tianjin Quanjian e Shanghai Sipg

Pato salva il Tianjin Quanjian, Adriano Luiz macchina da gol

Nel gruppo E il Tianjin Quanjian di Paulo Sousa riesce a strappare un prezioso pareggio sul campo del Khasiwa Reysol in Giappone per 1-1 con un gol negli ultimi minuti di Alexandre Pato. I padroni di casa hanno dominato il match, creando molte più occasioni rispetto agli avversari cinesi, il cui gioco ha stentato a decollare. Paulo Sousa inizialmente è partito con soli tre stranieri in campo, con Modeste in attacco, Axel Witsel in cabina di regia e Kyung Won in difesa.
Il Khasiwa ha avuto l’occasione di portarsi in vantaggio nel primo tempo con il rigore calciato dall’attaccante brasiliano Cristiano, ma Zhang Lu si è mostrato reattivo ed ha sventato la conclusione. E’ lo stesso Cristiano però a sbloccare le marcature nella ripresa: cross dalla sinistra di Koike, il numero 9 del Kashiwa lasciato tutto solo in area si alza il pallone e sferra un formidabile tiro al volo che si infila sotto l’incrocio dei pali.
Immeritatamente, il Tianjin Quanjian riesce a strappare un pari all’88’, con il tiro di Modeste che viene deviato dal portiere avversario e Pato si avventa sulla palla vagante firmando l’1-1.

Primo posto nel girone per il Jeonbuk, che dopo aver sconfitto in rimonta il Kashiwa Reysol nella prima giornata del girone, demolisce per 0-6 il Kitchee di Diego Forlan. Assoluto protagonista della gara è stato il brasiliano Adriano, autore di tre reti nel corso del primo tempo, di cui una su rigore. Adriano nel 2016 è stato il capocannoniere della Champions con 13 reti quando vestiva la maglia del Seoul (record per una singola edizione che condivide con Muriqui) . A segno anche il difensore coreano Jeong Ho, ex Jiangsu Suning.

Classifica: Jeonbuk 6, Tianjin Quanjian 4, Kashiwa Reysol 1, Kitchee 0

Shanghai Sipg sul velluto con Oscar e Hulk, tre punti per l’Ulsan Hyundai

In grandissima forma lo Shanghai Sipg di Vitor Pereira che ingrana con la seconda vittoria dominando per 4-1 sul Melborune Victory. Ad aprire le marcature nel primo tempo è Hulk che su calcio di rigore spiazza il portiere avversario. Poco prima di andare a riposo giunge il raddoppio delle Red Eagles con il magnifico tuffo in volo d’angelo di Wu Lei su cross di Wang Shenchao. Nella ripresa si scatena Oscar, autore di una doppietta. Magnifico il secondo gol del brasiliano che sambia nello stretto con Wu Lei per poi scoccare un tiro a giro che si infila sotto l’incrocio dei pali. Anche quest’oggi lo Shanghai Sipg vince e si diverte e si pone come una delle pretendenti al titolo continentale.

Sale a quota quattro punti in classifica l’Ulsan Hyundai, che dopo il rocambolesco 3-3 in Australia di settimana scorsa, batte per 2-1 i campioni del Giappone del Kawasaki Frontale al termine di una partita nella quale i padroni di casa hanno lasciato l’iniziativa agli avversari, ma al contempo hanno creato molte più occasioni con le ripartenze. Un gol per tempo consegna la vittoria ai coreani con Jung e Lee Yeong che segnano entrambi da fuori area serviti dagli assist del croato Orsic, autore di una doppietta nella scorsa partita. Rimane a zero punti il Kawasaki Frontale dopo due partite, un risultato quantomai inaspettato.

Classifica: Shanghai Sipg 6, Ulsan Hyundai 4, Melborune Victory 1, Kawasaki Frontale 0

Gol e highlights

SHANGHAI SIPG-MELBOURNE VICTORY 4-1 (27′ Hulk (pk), 41′ Wu Lei, 47′, 67′ Oscar/ 69′ Berisha)

ULSAN HYUNDAI-KAWASAKI FRONTALE 2-1 (42′ Jung 66′ Lee Yeong/85′ Chinen)

KASHIWA ANTLERS-TIANJIN QUANJIAN 1-1 (52′ Cristiani/88′ Pato)

KITCHEE-JEONBUK 0-6 (6′, 14′ ,45′ Adriano, 26′ Kim Jin, 29′ Hong Jeong, 93′ Lee Dong Gook)

.

Precedente Calciomercato CSL (ep.14): Iniesta al Tianjin Quanjian in estate, Trent Sainsbury lascia lo Jiangsu Suning per la Svizzera Successivo ACL, West Zone (2a giornata): l'Al Sadd di Xavi a punteggio pieno, l'Al Ain non va oltre il pari, tonfo dell'Al Hilal