ACL 2017: il Guangzhou Evergrande compie una grande rimonta con Alan e Goulart, ma si ferma ai rigori, lo Shanghai Sipg va in semifinale

Un confronto folle, ai limiti della. Nei quarti di finale di ritorno della AFC Champions League il Guangzhou Evergrande era chiamato a compiere una grande impresa fra le mura amiche per rimontare il 4-0 dell’andata contro lo Shanghai Sipg, ed era quasi riuscito nell’intento, portando la sfida ai supplementari con i gol di Ricardo Goulart e Alan, per poi giungere ai calci di rigore  dopo che la partita si è conclusa sul punteggio di 5-1 al 120′. Ma infine, sono state le Metal Eagles di Hulk e Oscar a trionfare ai rigori e strappare il pass per le semifinali.

GUANGZHOU EVERGRANDE-SHANGHAI SIPG 5-1 (9-10 tot.)
Marcatori: (21′, 35′ Alan, 83′, 91′ 118′ Goulart/ 110′ Hulk)
Espulsi: Jiajie (97′ Sipg), Shenchao (117′ Sipg)
Sequenza rigori Guangzhou (Goulart (x), Alan (v), Liao Lisheng (v), Muriqui (v), Zheng Zhi (v))
Sequenza rigori Shanghai Sipg (Hulk (v), Oscar (v), Wu Lei (v), Ahmedov (v), Yu Hai (v))

La partita

Nei primi minuti la partita è abbastanza equilibrata, con il Guangzhou Evergrande che tenta di dettare i ritm di gioco e lo Shanghai Sipg che risponde in contropiede, creando fra l’altro due pericolose occasioni con Wu Lei. Il match cambia radicalmente al 20′, quando il centrale difensivo Ki She manca completamente il pallone permettendo ad Alan di involarsi in solitaria verso la porta delle Metal Eagles, scartare Junlin e segnare a porta vuota.

Lo Shanghai Sipg inizia pericolosamente a vacillare, passano pochi minuti e giunge la doppietta personale di Alan che gonfia la rete con un colpo di testa propiziato da un cross sulla detra di Zhang Linpeng. Il Guangzhou prende lettaralmente il sopravvento e prima della fine del primo tempo va vicinissio a segnare altre due volte, con Goulart, che calcia fuori a tu per tu col portiere, e Alan, il cui tentativo viene salvato sulla linea.

Alan, autore dei primi due gol del Guangzhou Evergrande

Nella ripresa c’è una sola squadra in campo, Solari spinge sull’acceleratore inserendo il terzo brasiliano, Muriqui, mentre Villas Boas tenta di coprirsi ulteriormente passando al 3-5-2, lasciando Elkeson in panchina, con i vari Hulk, Oscar e Wu Lei che recitano la parte dei fantasmi in campo. Il terzo centro dell’Evergrande giunge all’83’, con il cross dalla sinistra di Alan che pesca Ricardo Goulart in tuffo d’angelo. Il pareggio che manda la sfida ai risultati giunge nei minuti di recupero, altra incornata di testa di Goulart sul cross del difensore Li Xuepeng con lo Shanghai Sipg che non può far altro che osservare inerme un imminente disfatta.

Ricardo Goulart: tre reti e il fatale errore dagli 11 metri

Nei tempi supplementari l’inerzia della partita si sposta nuovamente a favore degli uomini di Scolari, quando il difensore Wang Jiajie si becca il secondo giallo per un banale fallo a metà campo su Alan. Eppure nel secondo tempo supplementare è Hulk a segnare su calcio di punizione sfruttando una fortunosa deviazione della barriera. Lo Shanghai Sipg deve resistere solo dieci minuti, ma al 117′, l’arbitro fischia un calcio di rigore inesistente in favore dell’Evergrande (il fallo era avvenuto fuori area), con conseguente espulsione di Wang Shenchao per somma di ammonizioni. Dal dischetto si presenta Ricardo Goulart che spiazza Junmin e porta la sfida alla lotteria dagli 11 metri dato che in AFC Champions League, nei tempi supplementari non vale la regola del gol in trasferta.

Hulk, il calcio di punizione che cambia le sorti della partita

A determinare la sfida è, ironia della sorte, l’errore di Ricardo Goulart, che batte il primo rigore centrando il palo. Lo Shanghai Sipg non sbaglia mai e in ordine segnano Hulk, Oscar, Wu Lei, Ahmedov e infine è Yu Hai a regalare un immeritatissimo passaggio del turno per come è andata la partita.

Non è ancora finita

Lo Shanghai Sipg è la seconda semifinalista della AFC Champions League 2017, nella giornata di ieri si sono qualificati i sauditi dell’Al Hilal che hanno battuto per 3-0 l’Al Ain (UAE). Domani Hulk e co. conosceranno il nome dell’avversaria che verrà determinato dal confronto fra le nipponiche Kawasaki Frontale e Urawa Red Diamonds, con i primi che hanno vinto la partita d’andata per 3-1 (doppietta di Yu Kobayashi).

E’ amarissima la delusione per il Guangzhou Evergrande, che era andato vicinissimo a compiere un impresa epica, simile a quella del doppio confronto fra Barcellona e PSG in UEFA Champions League. Gli uomini di Scolari avranno la possibilità di vendicarsi, dato che a fine settembre sarà ancora una volta Guangzhou Evergrande-Sipg al Tianhe Stadium per il ritorno della semifinale di Chinese FA Cup, con una rimonta da compiere più semplice, dato che a Shanghai la partita finì 2-1 per gli uomini di Villas Boas.

Precedente League One 25° turno: lo Shenzhen alza bandiera bianca, lo Shijiazhuang può ancora sperare nella promozione Successivo Un parco tematico in Cina per il Real Madrid, il Barça in Realtà Virtuale con la Head & Shoulder