La Italy China Friendship Association (ICFA) firma un accordo calcistico con la provincia di Shandong

Il 25 maggio è stato un giorno molto importante per lo sviluppo delle relazioni calcistiche fra Cina e Italia, in quanto la Italy China Friendship Association (ICFA) ha firmato un accordo di cooperazione con la provincia dello Shandong. Si tratta del primo accordo firmato fra Italia e Shandong nel mondo del calcio.

La delegazione guidata dalla presidente Wang Yan e con al seguito Antonello Brichetto, Nicholas Gineprini e Daniele D’Eustacchio si è recata nella capitale provinciale, a Jinan, alla No. 7 High School per firmare un accordo con sette città al fine di portare allenatori italiani nelle scuole calcio e nei poli sportivi di quelle località che hanno aderito al progetto dal mese di giugno fino alla fine di novembre. Oltre alla capitale Jinan, le altre città con cui ICFA ha raggiunto accordi sono Qingdao, Heze, Linyi, Zibo, Binzhou e Weifang.

I rappresentanti delle sette città, della provincia di Shandong e la delegazione di ICFA

“Dal 2015 ad oggi, dopo 3 anni di lavoro intenso e la ricerca fra Italia e China sul settore di calcio giovanile, grazie alla piu’ di 15 anni della mia esperienza Italo –Cinese e grazie anche alla volontà e sacrificio del team di ICFA, finalmente oggi siamo riusciti a concludere gli accordi con 7 città della provincia di Shandong – ha dichiarato la presidente di ICFA Yan Wang “Il mercato cinese sembra enorme, ma è difficilissimo da approcciare se si vuole raggiungere un accordo vincente. In Cina ci sono ancora pochi allenatori italiani e spero che attraverso ICFA questo sia un primo passo per dare più opportunità ai nostri formatori”.

La provincia dello Shandong, situata nella zona orientale del paese, patria di Confucio, è fra le più importanti in Cina per lo sviluppo calcistico di base. A Jinan, nella capitale, risiede il famoso club di Chinese Super League, lo Shandong Luneng, mentre Qingdao è un centro internazionale di calcio grazie ai progetti della federazione tedesca e di grandi club europei quali Tottenham, Barcellona e Bayern Monaco, a cui ora si aggiunge anche ICFA. Non dimentichiamo inoltre che il calcio (Tsu Chu), nasce proprio nella provincia di Shandong, a Zibo, nel 2500 a.c., durante l’era dell’Imperatore Huangdi.

La firma dell’accordo è stata accolta con entusiasmo dalle autorità presenti all’evento, hanno presenziato infatti, oltre ai sette rappresentanti delle città aderenti, anche importanti figure per lo sviluppo dei programmi sportivi e degli affari internazionali della Provincia.

Così Mr. Zhao, Fuxing Director Office of Sports Health and Art Education Division Shandong Provicial Education Department “Nel 2015 per la prima volta ho incontrato la presidente Yan Wang a Jinan, grazie a lei abbiamo conosciuto gli aspetti qualitativi, dopodiche lei è venuta altre tre volte nella provincia di Shandong per sondare la nostra situazione del calcio giovanile. Nella provincia di Shandong vogliamo sviluppare il calcio giovanile, ma ci mancano allenatori all’altezza per insegnare ai ragazzi in età scolastica. ICFA ha creato un progetto molto adatto per noi, proprio su misura. Lo Shandong ha circa 100 milioni di abitanti, una provincia numerosa e spero che tramite questa meravigliosa collaborazione con ICFA si riesca ulteriormente a promuovere il calcio.”

Mr. Zhou Wei Deputy Director The Foreign Affairs Office of the People’s Government of Shandong Province: “Potrebbe essere questo un inizio per questo accordo per avviare progetti di interscambio anche per il calcio, questa è una grande opportunità per noi. Il cinese comincia a conoscere il calcio dalla Serie A. Trenta anni fa in Cina guardavamo solo il campionato italiano perché era l’unico che era trasmesso. Quindi qua a Shandong ci sono molti fan del vostro calcio. Quindi tramite ICFA noi abbiamo accettato un nuovo programma di cooperazione, che non solo per un accordo amichevole, ma aiuterà gli allenatori e ragazzi cinesi a imparare il calcio italiano, questa è la cosa fondamentale per noi.”

Ms. Wang Xiaoling Deputy-Director Office of International Exchange and Cooperation Shandong Provicial Education Department: “Tramite i gemellaggi calcistici abbiamo sviluppati bene i rapporti con altri paesi, ed ora ICFA si pone come un ponte fra l’Italia e la Cina per un progetto sostenibile che possa ulteriormente migliorare il nostro sistema e migliorare la comprensione reciproca. Speriamo che questo accordo sia un primo passo per un avvicinamento culturale, noi con la Germania abbiamo già fatto un accordo con una scuola per lo studio della lingua tedesca e ci auguriamo che si possa fare lo stesso con l’Italia per dare ai nostri ragazzi nuove opportunità”.

ICFA è pronta a partire con il suo nuovo progetto calcistico, con un programma che sarà il primo passo per aprire ad una cooperazione che dallo sport vada a coinvolgere altri ambiti dell’educazione, come ad esempio la lingua e la cultura e anche altri settori quali il turismo e il gemellaggio fra località.

Accordo firmato fra ICFA e la Qilu University of Technology

Lo stesso giorno è stato raggiunto un accordo di intenti fra ICFA e la Qilu University of Technology, una grande Università situata nei pressi di Jinan che ha l’ambizione di diventare la numero uno nella ricerca per l’ambiente e smart technologies grazie alla cooperazione con enti steri. La cooperazione siglata riguarderà vari punti fra cui supporto nella ricerca, sport e interscambio culturale per professori e studenti, sia cinesi che italiani.

Articoli correlati in lingua cinese

Accordo fra ICFA e Provincia di Shandong: (clicca qui)

Accordo fra ICFA e Montessori di Shenzhen (clicca qui)

Gli accordi con le sette città dello Shandong

Precedente Cina-Birmania 1-0 - Tornare a sorridere Successivo Rassegna Stampa 28-05-2018: la battaglia dei brand a Russia 2018, le aziende cinesi ne usciranno vincitrici?