Coppe d’Oriente- Il calcio delle banche thailandesi: la grande cavalcata della Thai Farmers Bank

Una delle nazionali che sta crescendo notevolmente in questi ultimi anni è la Thailandia. Nella AFC Champions League 2017 il Muanghtong United ha raggiunto gli ottavi di finale della competizione, avendo la meglio nella fase a gironi su compagini molto più accreditate come i vice campioni del mondo del Kashima Antlers. Il Muanghtong si è però dovuto arrendere agli ottavi di finale contro i giapponesi del Kawasaki Frontale, ma il pubblico asiatico è rimasto stupito dal bel gioco dei thai e dalla vivacità del suo pubblico.

RUBRICA COPPE D’ORIENTE

Da quando esiste la formula della AFC Champions League, nel 2003, alla prima edizione, i thailandesi del BEC Tero Tasana giunsero in finale per poi arrendersi all’Al Ain (UAE). Da quel momento, fino ad oggi, nessun’altra squadra thailandese aveva passato la fase a gironi della Champions.

Risultati immagini per muangthong united supporters

La sorpresa Muanghtong united in AFC Champions League 2017

La stessa nazionale thailandese sta emergendo come forza molto interessante e si è guadagnata il pass per la fase finale di qualificazioni a Russia 2018 ma sopratutto la qualificazione all’Asian Cup del 2019, manifestazione alla quale non partecipa addirittura dal 2007. Eppure, ci fu un tempo in cui, il calcio thailandese, supportato dalle banche nazionali, conquistò il tetto d’Asia per due anni consecutivi.

THAI FARMERS BANK

Se scorgete l’albo d’oro delle massime competizioni asiatiche, nella Asian Club Championship (prima della riforma del 2003), noterete che nelle stagioni 1993-94 e 1994-95 ad essere eletto campione continentale fu la Thai Farmers Bank.

Il club, fondato nel 1987 dall’omonima banca conquistò il primo trofeo locale nel 1991, la Kor Royal Cup e partecipò alla prima manifestazione continentale nel 1992, per essere eliminato al primo turno dagli indonesiani dell’Arseto. L’anno successivo la Thai Farmers Bank arrivò fino in finale, imponendosi su compagini di alto profilo come i cinesi del Liaoning e i giapponesi del Kawasaki Verdy. In finale i thai batterono per 2-1 l’Oman Club, divenendo così il primo club della propria nazione a sollevare al cielo il titolo continentale.

Thai Farmers Bank-Oman Club: finale Asian Club Championship 1993/1994

Nonostante il finanziamento della Thai Farmers Bank, il club non operava sul mercato ingaggiando star straniere, l’undici titolare che aveva battuto l’Oman Club era composto esclusivamente da giocatori locali. L’anno successivo i thailandesi riuscirono a bissare il successo per 1-0 sui qatarioti dell’Al Arabi con rete di Natipong Sritong-In, attaccante giunto proprio quell’anno dai rivali della Bangkok Bank FC.

Le due vittorie continentali portarono la Thai Farmers Bank a giocarsi l’Afro-Asian Club Championship, competizione dissolta nel 2000 che metteva a confronto i club campioni d’Asia contro quelli africani. I Thai Farmers Bank vinsero nel 1994 contro gli egiziani dello Zamalek, mentre nell’edizione successiva si arresero all’Esperance di Tunisia.

LA CRISI ASIATICA

Il calcio thailandese è sempre stato un intreccio di finanza, governo e forze armate. Fra le squadre che partecipavano alle manifestazioni continentali vi erano le varie Port Authority of Thailand FC, la Royal Thai Air Force FC, la Royal Thai Police, e infine le due squadre delle banche, la Thai Farmers Bank e la Bangkok Bank. Anche nell’attuale Thai Premier League del 2017 troverete a competere squadre come la Royal Thai Navy, la Tero Police e la Port FC. Non vi sono più club che appartengono a Banche.

La Thai Farmers Bank FC si dissolse nel 2000, a seguito della grande crisi finanziaria che aveva colpito il sud est asiatico. Come spiegato sul Sole 24 Ore: “L’ Epicentro della crisi delle “tigri asiatiche” fu la Thailandia, che con l’apprezzamento reale del baht  si trovò a dover fronteggiare un debito estero insostenibile. Il sistema bancario thailandese si era indebitato a breve termine in dollari  e aveva erogato credito a lungo termine in valuta locale…. Il crollo della moneta thailandese innescò poi fenomeni di contagio che coinvolsero rapidamente le economie vicine: Malesia, quindi Indonesia e infine Corea del Sud.”

Risultati immagini per kasikorn bank

La Kasikorn Bank

Le squadre di calcio furono le prime a saltare, così la Thai Farmers Bank, nel frattempo rifondata sotto il nome di Kasikorn Bank, sciolse il proprio club calcistico. La Bangkok Bank FC riuscì a sopravvivere fino al 2008, anno nel quale retrocesse, la banca dunque decise di sciogliere la propria creatura calcistica.

Il calcio delle Banche Thailandesi è stato un’esperimento controverso, che ha avuto il suo apice a metà degli anni ’90. Forse la Thai Farmers Bank e la Bangkok Bank sono state solo un’anticipazione del calcio che ci aspetta, sopratutto in America Latina, con club sempre più indebitati che sono costretti a cedere percentuali del proprio cartellini alle banche. Quando il Corinthians cedette il difensore della nazionale brasiliana Gil, allo Shandong Luneng, il 50% del ricavato andò alla banca con la quale il club brasiliano intrattiene un debito insostenibile. Presagi di tempi molto bui per il mondo del calcio.

 

 

Lascia un commento

*