La scalata dell’Hebei Fortune al calcio cinese con la guida di Pellegrini e i gol di Aloisio e Lavezzi

Dietro lo Guangzhou Evergrande e lo Shangai SIPG, dopo 12 giornate di Chinese Super League, troviamo a quota 25 punti l’Hebei Fortune. In grandissima forma in quest’ultimo periodo, i Samba Kings di Qinhuangdao sono riusciti a conquistare 16 punti nelle ultime 6 partite svoltando radicalmente dopo la cocente sconfitta che i ragazzi di Manuel Pellegrini hanno subito contro lo Shanghai Sipg

Qinhuangdao, dove la grande muraglia finisce sul mare

L’Hebei Fortune è stato fondato solo nel 2010 e promosso in CSL nel 2015, stesso anno in cui è avvenuto il passaggio di proprietà in favore della statale China Fortune Land Development. Nella prima stagione di Super League, i Samba Kings guidati in panchina dal cinese Li Tie (ex Everton) erano partiti fortissimi e sembravano poter lottare per il titolo. Ma dopo l’infortunio di Lavezzi e il calo di Gervinho hanno incassato 5 sconfitte consecutive senza segnare gol che hanno portato all’esonero di Li Tie e all’approdo di Pellegrini che ha condotto il club al settimo posto.

Per lottare per un posto in Champions, l’Hebei ha condotto una sontuosa campagna acquisti spendendo ben 70 milioni di euro e portando alla corte del ‘El Ingeniero’ alcuni pezzi pregiati del calcio cinese tra cui l’ex capitano dello Jiangsu Suning, Hang Ren, Zhang Chandong, il cui acquisto per 20 milioni lo rende il cinese più pagato della storia, il terzino della nazionale Zhao Mingjiang e i centrocampista Yin Hongbo (Henan Jianye) e Yuhao Zhao (Hangzhou Grrentown). Per questi nomi l’Hebei Fortune ha speso complessivamente la bellezza quasi sessanta milioni di euro, che si aggiungono agli otto dell’acquisto dalla Juventus di Hernanes, convinto ad intraprendere questa esperienza anche dal suo procuratore cinese Joseph Lee.

Zhang Chengdong, il calciatore cinese più costoso

Una campagna acquisti di alto livello resa possibile da una proprietà tra le più ricche del panorama calcistico cinese: la China Fortune Land Development, impegnata nella costruzione di parchi industriali e guidata da Wang Wenxue che vanta un patrimonio netto stimato di 4.1 miliardi di dollari, nonché il dodicesimo uomo più ricco della Cina.

L’Hebei Fortune è agguerrito e il posto in Champions quest’anno non vuole lasciarselo sfuggire. Qualità ed esperienza di certo non mancano soprattutto tra gli stranieri del club: oltre al Pocho e al Profeta, militano Mbia (ex Siviglia), il coreano  Kim Young e il brasiliano  Aloisio, autore fin qui di 7 gol. Pellegrini sembra aver trovato l’equilibrio perfetto in queste ultime uscite con Mbia in mediana e Lavezzi ed Aloisio in attacco. Il duo sudamericano si sta mostrando devastante, con Lavezzi che ha deciso di tornare a fare il professionista dopo un anno di vacanza con quattro reti e ben dieci assist, che lo rendono uno dei calciatori dal rendmento più alto secondo il sito di statistica whoscored.

Aloisio e Lavezzi

Il futuro della stagione dipenderà molto dalle prossime due partite: prima ospiterà il Tianjin Quanjian, contro cui dovrà per forza vincere se poi vorrà andare a far visita alla capolista Guangzhou Evergrande con la possibilità di accorciare in caso di vittoria.

Precedente Nuove regole della Chinese Football Association: pesanti tasse per le operazioni fra squadre della stessa proprietà Successivo Qual. Asian Cup 2a giornata: India a punteggio pieno, esordio con pareggio per la Nord Corea