Una società spagnola acquista il 29% del Beijing Institute Technology FC

Con la recente acquisizione del Milan i club nel mondo di proprietà o a compartecipazione cinese sono diventati ben 25, ma qualcosa si sta muovendo anche su un percorso inverso, nel quale sono società europee ad acquistare quote di club cinesi. Recentemente infatti, stando a quanto riportato sul China Daily, i proprietari spagnoli del piccolo CF Reus Deportiu, club della quarta divisione spagnola, ha acquistato quote del Beijing Institute Technology FC, che milita nella China League Two.

Conosciuto anche come BIT FC, il club pechinese nasce dall’omonima università e detiene due rappresentative, il club che milita nella League Two e quello che partecipa ai campionati universitari. E’ stato raggiunto un accordo di collaborazione fra i due club, con il trasferimento del 29% delle quote del BIT FC, con il coinvolgimento della CSSB, ovvero la società di Hong Kong che detiene il controllo del CF Reus Deportiu, i cui azionisti sono principalmente spagnoli. La CSSB è una società creata appositamente per lo sviluppo di una metodologia di allenamento a livello internazionale.

Verrà infatti introdotta una metodologia di allenamento spagnola e verranno rinnovati anche i settori giovanili e le infrastrutture come dichiarato da Joan Oliver, ex dirigente del Barcellona dal 2003 al 2010, dal 2013 proprietario del CF Reus Deportiu: “Dobbiamo lavorare per un sogno, che porterà il BIT FC ad essere un grande club, e dobbiamo lavorare anche per il calcio cinese, che crescerà e si guadagnerà il posto che gli spetta nel mondo”.

La nuova partnership fra CF Reus Deportiu e il club pechinese è un ulteriore tassello che rafforza i rapporti calcistici fra Spagna e Cina, i quali hanno cominciato a svilupparsi in maniera consistente con l’accordo che vede il Real Madrid istruire le prossime generazioni di talenti nella maestosa scuola calcio del Guangzhou Evergrande. Ad oggi sono ben sei i club spagnoli di proprietà cinese, tre dei quali militano nella Liga, ovvero l’Atletico Madrid del magnate Wang Jianlin (Dalian Wanda), il Granada e l’Espanyol.

La storia del Beijing Institute Technology FC è molto recente, in quanto è stato fondato negli anni ‘2000 esclusivamente come club universitario e solo nel 2006 hanno iniziato a prendere parte al circuito professionistico esordendo in League Two. Conosciuti anche con il nome di Student Army, il BIT FC, dalla sua fondazione ha vinto nove campionati universitari a livello nazionale e ha spesso rappresentato la Cina ai Wolrd University Games.

Il CF Reus Deportiu è stato rilevato da Joan Oliver tramite CSSB nel 2013, con l’intento di sviluppare una determinata metodologia a livello giovanile sul modello della cantera blaugrana. La sua fondazione risale al 1909 e non è mai andato oltre il terzo gradino del calcio spagnolo. Attualmente è secondo nel Gruppo B della Segunda Division

I commenti sono chiusi.