ACL, East Zone: Ancora Ramires! Hulk scarta tutti e segna. Jiangsu Suning e Shanghai Sipg a punteggio pieno

Terza giornata della AFC Champions League, East Zone. Dopo il pareggio di ieri del Guangzhou Evergrande in casa contro il Kawasaki Frontale, oggi giungono due successi per le cinesi nel triplo confronto settimanale sino-giapponese, con Shanghai Sipg e Jiangsu Suning che battono rispettivamente Urawa e Gamba Osaka, guadagnando così la testa del girone in solitaria a punteggio pieno.

Per la 3a giornata ACL2017, East Zone, leggi anche: ACL, East Zone: beffa Guangzhou al 95′, ancora imbattuti i thailandesi del Muanghtong

Gruppo F: Sipg a punteggio pieno… ma che sofferenza

Vince ancor lo Shanghai Sipg, al sesto successo su sei partite in questo 2017 e ancora imbattuto in casa in Champions League. Giunge un 3-2 ai danni dell’Urawa red Diamonds, nel big metach di questo terzo turno, in una partita che poteva essere gestita molto meglio dato che le Metal Eagles nel finale hanno seriamente rischiato la rimonta.

Villas Boas schiera la formazione migliore, con il solito tridente composto da Elkeson supportato ai lati da Wu Lei ed Hulk, mentre a centrocampo Ahmedov e Oscar fungono da mezzali al fianco di Cai Huikang. La partita inizia benissimo con la rete dopo tredici minuti del centrale difensivo Ke Shi sugli sviluppi di un calcio di punizione. Primo tempo letteralmente a senso unico, con il Sipg che esprime un bel gioco palla a terra e molto veloce, costringendo i giapponesi a rintanarsi nella propria area. Al 45’ giunge il raddoppio targato Elkeson (2° centro nella manifestazione): sul lancio lungo per Hulk interviene sulla propria trequarti il portiere Nishikawa che cerca d respingere, ma la sfera finisce fra i piedi di Elkeson, che segna dalla lunga distanza con un tiro rasoterra.

A inizio ripresa giunge la rete che dovrebbe chiudere la partita, con Hulk che fa fuori tre difensori e giunge a tu per tu con Nishikawa con un tiro che passa fra le gambe del portiere avversario. A quel punto però gli uomini di Villas Boas smettono di giocare e rischiano la rimonta. Al 72’ un banale fallo di Wang Shenchao permette all’Urawa di accorciare le distanze con Rafael Silva dal dischetto, mentre all’84’ la botta dalla distanza di Endo riapre completamente la contesa. Negli ultimi minuti su calcio d’angolo l’Urawa sfiora il 3-3 con il centrale difensivo Moriwaki, ma la sfera finisce di pochissimo a lato.

Un successo estremamente sofferto, che permette però al Shanghai Sipg di continuare la propria serie di successi, confermando di essere una delle maggiori pretendenti al titolo cinese e continentale, data la netta superiorità dei suoi interpreti e un sistema di gioco già buono che può solo che migliorare. L’unica incognita è rappresentata dalla difesa, ancora giovane, che deve compiere al più presto un buon salto di qualità.

Nell’altra partita del girone contro ogni pronostico il WS Wanders vince 2-3 sul campo del Seoul e rappresenta la prima vittoria australiana nella fase a giorni di questa manifestazione. La compagine di Sidney si porta sullo 0-3 grazie alle reti di Scott e Antonis nel primo tempo e Sotiro nella ripresa. La reazione del Seoul arriva troppo tardi con la doppietta di Yun in sei minuti che riapre completamente la partita, ma come nel caso dell’Urawa, la rimonta non si concretizza. Per i campioni in carica della K League, la Champions League fino ad ora ha regalato solo delusioni con zero punti in tre partite.

Gruppo H: sempre Ramires!

Lo Jiangsu Suning nonostante il debutto disastroso in Chinese Super League, in Champions va spedito verso il passaggio del turno con tre vittorie e la testa del girone. La squadra di Choi Yong conquista tre punti preziosi in Giappone sul campo del Gamba Osaka grazie alla rete di Ramires giunta alla fine del primo tempo. Un uno-due con Ji Xiang e botta dai 20 metri che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Nella ripresa si gioca a una sola porta, con Nagasawi e Ademilson che peccano enormemente di precisione per riequilibrare il punteggio. Lo Jiangsu continua a giocare in modo estremamente conservativo con il 3-5-2 che lascia completamente l’iniziativa agli avversari per tentare fulminei contropiedi, ma senza una vera punta di riferimento dato che Roger Martinez è ancora out per infortunio e Teixeira non è al massimo della forma come ha testimoniato anche questa prestazione. Nel finale di partita Wu Xi ha la palla per chiudere la partita, ma il suo pallonetto finisce a lato. Anche questa volta non è giunta una grande prestazione, ma vengono archiviati i tre punti che proiettano lo Jiangsu Suning verso gli ottavi di finale.

Rocambolesco pari per 3-3 fra Adelaide United e i coreani del Jeju nell’altra partita del girone. Dopo un primo tempo abbastanza piatto tutte e sei le reti giungono nella ripresa. Baba sblocca le marcature su rigore per gli australiani, ma il Jeju ribalta la situazione con il subentrato Mendy (guinea) e il carioca Toscano. I padroni di casa riacciuffano il risultato per ben due volte, dapprima con lo spagnolo Cirio, a cui segue il nuovo vantaggio targato Kwon Soon. Quando la partita sembrava doversi concludere con la vittoria del Jeju arriva la rete dell’australiano ochieng che fissa il risultato sul 3-3.

I RISULTATI

Gruppo F

SHANGHAI SIPG-URAWA (13’ She Ki, 45’ Elkeson, 52’ Hulk, 73’ Rafael Silva (PK), 84’ Endo)

SEOUL-WS WANDERS 2-3 (24’Scott, 40’ Antonis, 63’ Sotiro, 66’ e 72’ Yun)

Classifica: Shanghai Sipg (chn) 9, Urawa (jpn) 6, WS Wanders (aut) 3, Seoul (kor) 0

Gruppo H

GAMBA OSAKA-JIANGSU SUNING 0-1 (39’ Ramires)

ADELAIDE-JEJU 3-3 (51’Baba (PK), 61’ Mendy, 71’ Toscano, 73’ Cirio, 84’ Kwon Soon, 89’ Ochieng)

Classifica: Jiangsu Suning (chn) 9, Jeju (kor) 4, Gamba Osaka (jpn) 3, Adelaide (aut) 1

Precedente Milan-Inter alle 12:30: finalmente un passo in avanti per il mercato cinese Successivo AFC Champions League, West Zone: gol, highlights e classifiche della terza giornata